Tag Heuer Monaco i modelli

Tag Heuer Monaco: storia di una leggenda

chiudi

Caricamento Player...

 

Da quel fatidico giorno del 1970 quando Steve McQueen decise di indossarlo, il Monaco è stato evoluto e riproposto in decine di modelli, diventando simbolo stesso della Maison svizzera.

Nel 1998, l’originale design del Monaco fu riproposto in una speciale edizione limitata con un nuovo movimento automatico. Il successo ottenuto spinse la Maison svizzera a trasformarlo in simbolo d’eccellenza della Casa. Un’esplosione di “Monaco” caratterizzò il decennio successivo fino ai giorni nostri.

Monaco Vintage Limited Edition.

Tra le edizioni più ricercate dai collezionisti quella dei 2009. lanciata per celebrare il 75esimo anniversario dalla nascita di Steve McQueen. Realizzata in soli 4000 esemplari, riporta sul quadrante con fondo bianco le bande rosse, bianche e blu che figuravano sia sulle Porsche 917 sia sulle tute dei piloti sponsorizzati dalla compagnia petrolifera Gulf. Il cinturino è in coccodrillo blu con impunture chiare.

Monaco 1969

Mitica riedizione fedele all’originale: del 1969, ha i pulsanti a destra sulla cassa e la corona a sinistra.

Monaco Calibre 12 Chronograph 39mm Automobile Club de Monco

L’iconica cassa quadrata reinterpretata in una versione ispirata alla Formula 1 in carburo di titanio nero con markers luminescenti sulle lancette dei minuti e dei secondi. Il logo di ACM, partner di TAG Heuer, decora il fondello in vetro zaffiro fumé, mentre il quadrante nero è illuminato dal logo Monaco sotto il logo TAG Heuer ad ore 12, e da un tocco di arancio sulla lancetta dei secondi cronografici. Il cinturino è in pelle traforata, come i copri ruote di un’auto da corsa, la parte interna è arancione. La cassa è lucida e spazzolata, così come i pulsanti cronografici.

Monaco Twenty Four Calibre 36 Chronograph 40,55 mm Black Dial

Il 24 oversize a ore 12 sul quadrante diviso in due parti, trasparente e in opalina nera, è un tributo alla mitica 24 Ore di Le Mans. All’interno della cassa in acciaio batte il movimento Calibre 36, a 36.000 alternanze l’ora (frequenza di 5 Hz). La massa oscillante del movimento TAG Heuer certificato COSC è visibile attraverso il fondello in vetro zaffiro. L’Advanced Dynamic Absorber System protegge il movimento tenendolo sospeso all’interno della cassa grazie a 4 bracci shock-absorbing. I 4 bracci collettori, visibili attraverso il quadrante trasparente, assorbono e dissipano l’impatto di urti e vibrazioni attraverso il filtro composito. La soluzione tecnica anti-shock dall’architettura tubolare è ispirata direttamente alla Formula 1.

Monaco V4

Rappresenta l’evoluzione targata XXI secolo. È dotato di un movimento automatico con trasmissione a cinghie, massa oscillante lineare in tungsteno e due coppie di bariletti in serie in grado di garantire una riserva di marcia pari a 52 ore. È stato interpretato in diverse edizioni – oro rosa, titanio, platino e ceramica.

Monaco V4 Tourbillon

È lo stato dell’arte dell’alta tecnologia orologiaia. Il tourbillon è un sistema meccanico che regola la velocità a cui vibra un orologio. Tradizionalmente, vince l’effetto di gravità mettendo bilanciere e scappamento all’interno una gabbia rotante. Il V4 complica la complicazione. A muovere il tourbillon è una microcinghia. Il maggiore vantaggio di questa architettura è l’assoluta fluidità della rotazione. È equipaggiato con un sistema di carica automatica lineare, la massa è guidata all’interno di un binario anziché da un sistema rotatorio tradizionale. Le quattro microcinghie dentate, dallo spessore di soli 0,07mm, creano un efficace sistema di assorbimento degli urti. Altra particolarità, i bariletti sono montati su cuscinetti a sfera.