Tag Heuer Monaco: nel mito di Steve

Il Tag Heuer Monaco ha legato indissolubilmente il proprio nome a una icona del cinema, dello sport e del glamour: Steve McQueen che lo indossò nell’indimenticabile film culto Le Mans.

chiudi

Caricamento Player...

Collezionista, appassionato di motori e lancette, Steve McQueen indossò nell’abitacolo di una Porsche 917 Gulf un Tag Heuer Monaco nell’indimenticabile film culto Le Mans. Non fu una scelta nata per caso. Nel 1970 l’attore accettò la parte di protagonista in una pellicola che rendeva omaggio alla più famosa corsa di durata del mondo. Volle che il suo personaggio, Michael Delaney, fosse il più autentico possibile, dall’abbigliamento fino all’orologio al polso.

Per questo si affidò ai consigli di un pilota con cui strinse una grande amicizia durante il campionato CanAm: il campione di F1 Jo Siffert, vincitore della 24 ore di Daytona e della 12 ore di Sebring, testimonial della Heuer dal 1969 e primo ambasciatore di un marchio di orologi nella storia delle corse automobilistiche.

Siffert gli diede la sua tuta bianca, con il classico logo Chronograph Heuer sul lato destro del petto, mentre la scelta dell’orologio fu dettata dalla passione di Steve McQueen per i segnatempo: al posto dell’Heuer Autavia, prediletto di Siffert, scelse un affascinante, quanto innovativo, Monaco Cronografo Automatico Calibre 11 Ref. 1133 B, che, da allora, divenne il Monaco McQueen.

Il primo orologio con una cassa quadrata impermeabile e il primo cronografo meccanico a carica automatica dotato di micro-rotore.

Per il Monaco e per Heuer, il coinvolgimento di Steve McQueen fu l’inizio di un lungo sodalizio che andò ben oltre la semplice partecipazione a una pellicola cinematografica. Un fenomeno culto, mantenuto abilmente vivo nel corso degli anni, che non cessa di affascinare gli appassionati e i collezionisti di tutto il mondo.