Tagli da record nelle banche mondiali. Nel 2019 sono stati quasi 80mila i licenziamenti. Una cifra mai raggiunta dal 2025.

NEW YORK (STATI UNITI) – Tagli da record nelle banche mondiali. Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, sono stati quasi 80mila i licenziamenti su scala globale, facendo impennare ad almeno 425mila il totale dei posti di lavoro eliminati dal 2014.

Numeri mai raggiunti nell’ultimo quadriennio che conferma una situazione non eccezionale dell’economia globale. Una crisi che ha colpito anche il mondo delle banche.

Europa regina dei licenziamenti

L’Europa è la regina di questi licenziamenti. Nel Vecchio Continente sono stati effettuati quattro quinti dei tagli complessivi (l’82% del totale). Stando ai calcoli effettuati da Bloomberg, oltre 60mila posti sono svaniti nell’Unione Europea.

Un numero sicuramente molto alto rispetto a quanto successo negli altri Stati. Nel Nordamerica, per esempio, i licenziamenti sono stati 7.669. Cifre ancora inferiori in altre zone. 3.500 in America Latina 2.467 in Medio Oriente e Africa e 513 nella regione Asia Pacifico.

Dati che potrebbero peggiorare nei prossimi mesi. Nel 2020, infatti, sono previsti assunzioni ma queste riduzioni dovrebbero continuare. Un numero destinato ad aumentare con la crisi della banche che sembra essere senza fine. Nonostante i tentativi di dare una svolta decisiva a questo settore sempre più in difficoltà.

UniCredit
Fonte foto: https://www.facebook.com/UniCreditItalia

Deutsche Bank e Unicredit

La classifica dei licenziamenti viene guidata da Deutsche Bank. L’istituto di credito tedesco ha annunciato entro il 2022 l’eliminazione di 18mila impieghi. Una decisione fortemente collegata agli scandali e alle fuoriscute da intere attività quali l’investment banking.

Periodo non positivo anche per Unicredit che entro il 2023 dovrebbe licenziare ottomila persone e soprattutto chiudere 500 filiali. Si tratta di un momento non semplice per questo settore con gli altri istituti di credito che dovrebbero continuare la politica di tagli anche nei prossimi anni. E il numero complessivo è destinato a salire.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/UniCreditItalia

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
banche mondiali economia licenziamenti unione europea

ultimo aggiornamento: 30-12-2019


Chi sono gli sportivi più pagati del decennio?

Canone Rai, aumentata la soglia di esenzione per gli over 75