Taison conferma: "Il Milan aveva offerto 30 milioni per me"

Shakhtar, Taison conferma: “Il Milan aveva offerto 30 milioni per me”

Il giocatore brasiliano sta pensando di lasciare l’Ucraina: “È tempo di andare via, questa è la mia volontà”.

Mercato Milan, Taison era tra gli obiettivi dei rossoneri nell’ultima sessione estiva. E chissà che non possa esserci un ritorno di fiamma per il brasiliano di proprietà dello Shakhtar. Anche perché il giocatore sembra intenzionato a lasciare la società di Donetsk, alla luce anche degli insulti razzisti ricevuti durante una partita del campionato ucraino.

Nel corso della gara contro la Dinamo Kiev, l’attaccante e il connazionale Dentinho sono stati pesantemente insultati dalla tifoseria avversaria. Di fronte all’ennesimo affronto, Taison ha reagito mostrando il dito medio al pubblico prima di scagliare il pallone verso la tribuna occupata dai supporters della Dinamo. Una reazione che – incredibile ma vero! – gli è costata anche il cartellino rosso.

“Dopo quanto accaduto – ha dichiarato ai microfoni di Globoesporte – ho pensato: è tempo per me di andare via, questa è la mia volontà, voglio tornare ad essere felice. Ma sarà molto difficile, da quello che credo conoscendo lo Shakhtar. Il Milan ha offerto 30 milioni per me, una proposta importante arrivata durante la scorsa estate, ma la società ha rifiutato. Tornare in Brasile? Credo che per motivi economici sia impossibile. Sarò da quelle parti il 15 dicembre, ma solo per le vacanze”.

Elneny Zvonimir Boban Marco Giampaolo Milan Elliott
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/

Mercato Milan, Taison nel mirino

Il Milan, dunque, aveva fatto più di un pensierino a Taison, come tra l’altro confermato dal rappresentante del calciatore, il manager Diego Dornelles: “Il Milan – ha affermato l’agente a Calciomercato.com – era interessato. Lo Shakhtar non ha accettato l’offerta presentata dal club rossonero. Hanno preteso l’intero valore della clausola rescissoria che è di 30 milioni di euro (evidentemente la proposta milanista era leggermente inferiore)“.

“Ammira molto il Milan – ha aggiunto il suo procuratore – e sarebbe stato un orgoglio vestire quella maglia. Però rispetta molto la squadra dove gioca, i tifosi e la proprietà. Nuovi contatti con Boban e Maldini?  Per il momento nessun contatto, per una possibile futura trattativa dipende tutto dallo Shakhtar”. Dichiarazioni rilasciate prima dei fatti descritti sopra. Ora Taison sta davvero meditando l’addio.

Ecco un video con alcune giocate di Taison:

ultimo aggiornamento: 12-11-2019

X