Come funziona la tassa sulle merendine e sulle bibite gassate: la proposta del governo per finanziare la manovra e portare liquidità nelle casse dello Stato.

Al vaglio del governo c’è la proposta di Fioramonti di applicare un sovrapprezzo alle merendine e alle bibite gassate. Un soluzione per spingere i ragazzi a mangiare sano e soprattutto per portare soldi nelle tasche dello Stato.

Come funziona la tassa sulle merendine e sulle bibite gassate

La proposta, che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha definito praticabile, consiste nell’aumentare il prezzo delle merendine e delle bibite considerate poco salutari. Il piano ha due effetti, uno raggiungibile nell’immediato e uno a lungo termine.

L’effetto immediato è quello di portare nelle casse dello Stato un gettito di introiti non indifferente. La maggioranza dei consumatori non cambierà le proprie abitudini alimentari e si adeguerà ai nuovi prezzi.

A lungo termine la tassazione potrebbe spingere verso il cambiamento spingendo i giovani a consumare cibi più sani.

Il primo effetto sembra facilmente raggiungibile, il secondo rappresenta una scommessa.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Soldi
fonte foto https://pixabay.com/photos/euro-money-bank-note-checkout-1306189/

La reazione della politica e del mercato alla proposta di Fioramonti

La proposta ha ovviamente diviso l’opinione pubblica tra chi vede nella proposta una soluzione per migliorare lo stile di vita delle nuove generazioni e chi vede nel tentativo del governo un folle tentativo di estorcere denaro agli italiani. Alla seconda fazione appartiene Matteo Salvini, che con un messaggio sui social ha voluto invitare gli italiani a nascondere le crostatine e i flauti. Inutile sottolineare come lo stesso Salvini, amante della cucina, sia finito al centro del filone ironico.

Resta ancora da capire invece la posizione delle aziende che sarebbero interessate dal provvedimento. Il colpo del governo avrà ripercussioni sulle vendite e potrebbe rallentare la micro-economia.

ultimo aggiornamento: 22-09-2019


Di Maio punge Conte: “Il nostro obiettivo è di abbassare le tasse, non aumentarle”

Tassa sui voli, per lo Stato un incasso 140 milioni (circa)