Rivoluzione a tavola: si spende più per la frutta che per la carne

Per la prima volta nella storia gli italiani spendono più per frutta e verdura che per carne. A rivelarlo sono i dati Istat

chiudi

Caricamento Player...

La storia, le abitudini e le tradizioni di un popolo intero a volte possono passare anche solo attraverso un semplice dato. Forse è quello che è accaduto quando lo ha annunciato per la prima volta Coldiretti in occasione della ‘Festa della frutta e della verdura‘ a Expo 2015: la spesa degli Italiani per frutta e verdura è maggiore di quella per la carne.

L’hanno già definita una svolta epocale. Probabilmente a ragione, perché in Italia quando si parla di cibo, non si scherza affatto. A fare i conti in tasca di famiglie e consumatori è stata un’analisi condotta su dati Istat. La spesa degli italiani per gli acquisti di frutta e verdura arriva a toccare il 23 per cento del budget delle famiglie per il cibo, cioè circa 99,5 euro al mese; la spesa per la carne, invece si ferma al 22 per cento del budget, per un totale di 97 euro al mese.

Un sorpasso timido, ma comunque significativo. Che potrebbe anche essere valutato come prima importante spia di una cambiamento delle abitudini alimentari degli italiani: più attenzione alla dieta e predilezione per cibi salutari. Non è forse un caso che proprio in questi ultimi anni stiano prendendo piede, soprattutto nelle città più affollate, delle coltivazioni fao-da-te e casalinghe. Secondo un’indagine Coldiretti/Censissi, stima che siano quasi 20 milioni quelli che aspirano ad avere il pollice verde, passione che ha contagiato in particolar modo i più giovani.