Taxi indiani come opere d’arte in movimento: il progetto Taxi Fabric

I taxi di Mumbai avranno gli abitacoli più colorati e belli del mondo, grazie al team di giovani artisti di Taxi Fabric.

chiudi

Caricamento Player...

Immaginate di entrare in un taxi ed essere accolti in un micro-mondo dove le tappezzerie e i sedili sono un’esplosione di disegni colorati, e anche ricchi di significato. Questa è l’idea da cui è partito il team di Taxi Fabric.

L’idea di Taxi Fabric era quella di dare un aspetto accogliente ai taxi di questa grande città indiana che è Mumbai (dove la popolazione stimata è di oltre 13 milioni di abitanti); i taxi sono tra i mezzi più utilizzati in questa zona. I realizzatori del progetto hanno commentato:

Le vecchie generazioni non lo capiscono. Il design per loro deve solo svolgere una funzione. Molte persone non sanno che il design può creare un impatto reale. Con così poco spazio, per i giovani, di mostrare le loro abilità, è difficile cambiare questa percezione.

Uno spazio che il team di Taxi Fabric sta conquistando grazie al sito internet Kickstarter, dove gli utenti possono finanziare, con delle offerte libere, i progetti che più ritengono interessanti. E il loro progetto sta ottenendo consensi e finanziamenti.

Dicevamo che i disegni proposti dal team sono non solo bellissimi, ma hanno anche dei profondi significati, come spiega il giovane designer pakistano Samia Arif:

Sono stato incoraggiato da Taxi Fabric a ideare un progetto per la prossima giornata dell’indipendenza di India e Pakistan. Ho basato i miei progetti sull’idea che indiani e pakistani sono essenzialmente le stesse persone, provenienti da simili radici e mi sono concentrato sui nostri punti in comune e le caratteristiche uniche allo stesso tempo.

Per gli abitanti di Mumbai prendere il taxi potrebbe presto significare fare un piccolo viaggio (letteralmente) in un pezzo d’arte sicuramente alternativa, e proprio per questo molto interessante.

SFOGLIA FOTOGALLERY: CLICCA QUI

Fonte foto copertina: psfk.com