Teheran, manifestazione pro Stramaccioni dopo che il tecnico ha rescisso il contratto con l’Esteghlal avvalendosi della giusta causa.

Nuova manifestazione di piazza a Teheran, ma questa volta per motivi non solo politici. Il motivo principale della protesta è legata alla rescissione del contratto di Andrea Stramaccioni dall’Esteghlal. Centinaia di tifosi della squadra si sono radunati davanti alla sede del Ministero dello Sport prendendo le difese dell’allenatore italiano.

Andrea Stramaccioni rassegna le dimissioni, tifosi dell’Esteghlal danno vita a una manifestazione davanti alla sede del Ministero dello Sport

Nella giornata dell’otto dicembre, Andrea Stramaccioni, alla guida dell’Esteghlal, ha rescisso unilateralmente il proprio contratto con il club avvalendosi della giusta causa. Il tecnico italiano si trovava alla guida del principale club iraniano, detenuto in parte anche dal ministero dello Sport.

“Ultimo ma non meno importante, il tecnico ringrazia di cuore i tifosi dell’Esteghlal per l’incredibile sostegno manifestato durante tutto questo periodo e augura loro di poter festeggiare con la loro squadra tutti i successi che meritano. Con il cuore spezzato, sono costretto a partire sperando un giorno, in futuro di poter stare di nuovo insieme”, recita la nota diramata in seguito alla rescissione del contratto da parte di Stramaccioni.

Andrea Stramaccioni
fonte foto https://www.facebook.com/AndreaStramaccioniPage/

Si temono disordini e scontri con le forze dell’ordine

Stramaccioni lascia il suo incarico con la squadra al primo posto in classifica e il suo addio ha scatenato una rivolta di piazza. Centinaia di tifosi hanno dato vita a una manifestazione nei pressi del Ministero dello Sport. Il timore delle autorità è che la protesta possa in qualche modo trasformarsi in una contestazione se non addirittura sfociare in disordini pubblici sulla scia di quelli che stanno agitando Teheran nelle ultime settimane.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news Stramaccioni teheran

ultimo aggiornamento: 09-12-2019


Juve, Sarri sul banco degli imputati: il bel gioco si vede solo a sprazzi, per il primo posto serve ben altro

Chi è Gonzalo Higuaín, la Pipita della Serie A