Per la prima volta solo donne a fare la telecronaca in Nba. Si tratta di una svolta importante nel basket americano.

ROMA – Per la prima volta solo donne a fare la telecronaca in Nba. Come riportato dall’Ansa, si tratta di una svolta importante per il basket americano visto che fino a questo momento non era mai successo una vicenda simile negli Stati Uniti.

Capiremo se questa modalità sarà confermata anche in futuro oppure ci sarà un passo indietro e si continuerà con una squadra mista oppure di soli uomini.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Squadra di sole donne per Utah Jazz e Golden State Warriors

Una squadra di sole donne per Utah Jazz e Golden State Warrios. ESPN ha scelto un team di 33 donne, probabilmente la più grande produzione tutta al femminile mai messa in campo negli Stati Uniti nell’ambito del giornalismo sportivo. Bisogna vedere se questo trend sarà confermato in futuro oppure si ritornerà ad una situazione simile a quella degli ultimi anni.

Conosco molte donne che hanno lavorato nel circuito Nba – ha detto Beth Mowins, una delle telecroniste che ha scritto la storia di questo sport commentando per la prima volta in televisione una partita di basket – e in ESPN che si sono guadagnate l’opportunità di lavorare in trasmissioni televisive come questa“.

Basket
Basket

L’Nba guarda al futuro

La decisione di far commentare la sfida a sole donne è una svolta sicuramente importante per il mondo del basket americano visto che fino a questo momento non si era mai fatta una scelta simile. Il futuro sembra essere ormai arrivato anche negli Stati Uniti e capiremo se in futuro si continuerà su questa strada oppure si farà un passo indietro.

Vedremo, quindi, nelle prossime settimane se ci sarà ancora una squadra di sole donne o se si proseguirà sulla linea intrapresa in passato.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-02-2022


Jesolo, offese a Federica Pellegrini. Zaia: “L’inciviltà non risparmia nessuno”

Olimpiadi Pechino 2022, Brignone settima nel SuperG. Oro a Gut-Behrami