Tra parchi, vallate, antiche rovine e monumenti d’altri tempi, Ancona è un concentrato di opere d’arte e bellezze naturali

Ancona e i suoi angoli nascosti. Luoghi di straordinaria bellezza e inestimabile valore storico e artistico. Ma non solo: paesaggi suggestivi, immersi nella natura a pochi passi dal celebre capoluogo marchigiano. Date un’occhiata alla nostra pratica guida per scoprire alcuni tesori “celati” che meritano di essere visitati.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Cinque luoghi nascosti Ancona

Il Duomo di Ancona, dedicato a San Ciriaco, situato sulla sommità del colle Guasco, è il principale edificio di culto della città. Non tutti sanno, però, che sotto la Cattedrale sono ancora visibili i resti di un antico tempio ellenistico-repubblicano dedicato alla dea Venere Euplea, rinvenuti nel 1948 corso di una campagna di scavo. Alle rovine si accede dalla Cripta delle Lacrime.

Il luogo sacro rivolto verso Gerusalemme

Situato nel Parco del Cardeto, tra l’omonimo monte e il colle dei Cappuccini, il Campo degli Ebrei è uno dei cimiteri ebraici più grandi d’Europa. Un luogo tanto sacro quanto suggestivo. Come da tradizione, il prato di questo cimitero è inclinato verso Gerusalemme, mentre le iscrizioni ebraiche presenti sui cippi funerari sono rivolte a est.

Il Faro Vecchio, simbolo dimenticato

Sempre sul colle dei Cappuccini, ecco il Vecchio Faro di Ancona, in funzione dal 1860 al 1965, ovvero fino alla costruzione del nuovo Faro, tutt’ora in uso. L’antica torre, simbolo dimenticato della città marchigiana, è stato ristrutturato nel 2000, diventando una vera e propria meta turistica.

La natura incontaminata delle valli di Pietralacroce

Una passeggiata tra la vegetazione delle valli di Pietralacroce, un’area del Parco del Conero dal grande valore naturalistico, situata ai margini del centro abitato, è un’esperienza decisamente appagante. Il panorama è mozzafiato e offre una splendida veduta sul promontorio del Conero e sui rioni della città di Ancona.

Santa Maria di Portonovo, la chiesa sul mare

Se non avete mai visto una chiesa a strapiombo sul mare, basta recarsi a Portonovo, una delle contrade del Poggio di Ancona, e ammirare la splendida chiesa monastica medievale di Santa Maria, situata alle pendici del monte Conero, pochi metri sopra la spiaggia. Un sublime connubio tra natura e architettura.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 05-04-2017


I cinque Ristoranti migliori di Cagliari

Le cinque mete alternative di Crotone: dal castello di Carlo V a Capocolonna