Dall’autonomia regionale al caso Moscopoli: Salvini nel mirino del M5s

Alta tensione tra Lega e M5s. Salvini è finito nel mirino dei pentastellati con Di Maio che avvisa: “Vuole sviare il caso dei fondi russi”.

ROMA – Alta tensione tra Lega e M5s. Matteo Salvini è finito nel mirino dei pentastellati con Luigi Di Maio che lo accusa di voler sviare il caso dei fondi russi: “Chi vuole incontrare i sindacati lo può fare – precisa il collega di maggioranza del leghista – ma quello che mi dà noia è che lo si faccia per nascondere una questione molto più grande che è quella di un vice primo ministro che secondo me deve andare a riferire in Parlamento (e lo farà n.d.r.) sulla questione russa. Sono sicuro che alla fine andrà così e ci darà modo di difenderlo come maggioranza“.

Parole che arrivano poco prima dalla decisione del ministro dell’Interno di sottoporsi all’esame Parlamento per cercare di risolvere definitivamente le questione dei fondi russi.

Di seguito il video con alcune dichiarazioni di Luigi Di Maio

Inaugurazione dell’hub logistico di Poste Italiane a Bologna

Stamattina a Bologna insieme al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e a Poste Italiane abbiamo inaugurato un nuovissimo hub all’interporto di Bologna. È uno dei più grandi d’Europa e darà lavoro a 600 persone altamente qualificate. Nuove tecnologie al servizio dei cittadini, delle imprese e dei lavoratori. Un'altra buona notizia, avanti così!

Pubblicato da Luigi Di Maio su Martedì 16 luglio 2019

Da Di Maio a Fico, Salvini nel mirino del M5s

Risposte in Parlamento le chiede anche il presidente della Camera, Roberto Fico: “E’ arrivata la richiesta del PD e non posso dire che quando qualcuno chiama riportare il dibattimento in Aula è sempre qualcosa di buono“. L’esponente del M5s, però, avvisa la Lega anche sull’Autonomia: “Solo il Parlamento può decidere e su questo sarò inflessibile. Non si possono dare potestà legislativa ad altri se noi siamo la poterà legislativa. Solo dopo un ampio confronto si può fare e su questo non cederò di un millimetro. Vedrò la presidente Casellati per avere una linea comune“.

Roberto Fico
Roberto Fico

Nel suo discorso alla Cerimonia del Ventaglio Roberto Fico ha parlato anche della manovra: “Quando si apre la sessione di bilancio si arriva assolutamente preparati. Sono disposto ad aprire la sessione il 15 ottobre perché ci sarebbe il tempo giusto di discuterla. Se poi addirittura si potesse anticipare qualcosa, ne discuteremo con i capigruppo. Ma già sarei felicissimo se arrivassimo organizzati al 100% per la sessione di bilancio“.

ultimo aggiornamento: 16-07-2019

X