Tensione Turchia-Francia dopo la vignetta di Charlie Hebdo su Erdogan. Il leader turco: “Non l’ho guardata”.

ANKARA (TURCHIA) – Tensione Turchia-Francia dopo la vignetta di Charlie Hebdo su Erdogan. Da Ankara è arrivata la dura critica a quanto pubblicato dalla redazione del giornale umoristico.

Condanniamo con la più grande fermezza l’ultima edizione della rivista francese – si legge in una nota del portavoce del presidente turco, riportato da La Repubblicache non ha rispetto per alcun credo, alcuna sacralità e alcun valore. L’obiettivo di queste pubblicazioni senza morale e decenza è di seminare odio e ostilità“.

La copertina di Charlie Hebdo

Erdogan in privato è molto buffo“. E’ questa la copertina di Charlie Hebdo che ha provocato la dura reazione di Ankara. Nella vignetta, come riportato da La Repubblica, si vede il presidente turco sul divano, con una lattina in mano, in t-shirt e mutande.

Un disegno che ha portato la Procura Generale di Ankara ad aprire un’inchiesta sulla rivista francese. Nessuna reazione da parte di Macron, mentre Erdogan ha dichiarato di “non aver guardato la caricatura” perché si rifiuta “di dare importanza, anche solo per curiosità, a queste pubblicazioni immorali. Opporsi agli attacchi contro il nostro profeta Maometto è una questione di onore“.

Libia Putin Erdogan
Fonte foto: http://en.kremlin.ru/

Tensione Parigi-Ankara

Una vignetta che ha aumentato la tensione tra Parigi e Ankara. Il giorno prima della vignetta il presidente Erdogan aveva inviato tutti i cittadini a boicottare i prodotti francesi. “I musulmani – le parole del leader turco – soggetti a campagna di linciaggio simile a quella contro gli ebrei in Europa prima della Seconda Guerra Mondiale“.

Parole condannate dall’intero Vecchio Continente. “I commenti rivolte dal presidente Erdogan a Macron sono inaccettabili – la replica del premier Conte – le invettive personali non aiutano l’agenda positiva che l’Ue vuole proseguire con la Turchia“. Tensione che rischia di continuare anche nelle prossime settimane.

fonte foto copertina http://en.kremlin.ru/


Coronavirus, von der Leyen: “Da aprile 50 milioni di dosi del vaccino al mese”

Elezioni Usa 1996: Clinton riconfermato, battuto Bob Dole