Terremoto L'Aquila: la data, il bilancio delle vittime e dei danni

Terremoto L’Aquila: dieci anni fa la tragedia, oggi la speranza

Dieci anni fa il terremoto dell’Aquila. Una scossa di magnitudo 6.3 che ha provocato la morte di 309 persone e oltre mille feriti.

Erano le 3:32 della notte tra il 5 e il 6 aprile 2009 quando la terra a L’Aquila ha iniziato a tremare. Sono passati dieci anni da quella tragedia che ha segnato non solo un’intera regione ma anche l’Italia visto che si è mobilitata immediatamente per aiutare tutti i paesi colpiti da questo sisma di magnitudo 6.3.

Terremoto L’Aquila 6 aprile 2009

Doveva essere una notte come le altre quella del 6 aprile 2009. Ma alle 3:32 l’Abruzzo e L’Aquila si fermano e vengono messe in ginocchio dal terremoto. Una scossa di magnitudo 6.3 che solo qualche ora dopo è stata abbassata a 5.9 della scala Richter. La terra trema, i palazzi iniziano a crollare, le strade a spaccarsi. Un inferno che diverse persone dopo dieci anni ancora fanno fatica a raccontare.

Terremoto L’Aquila 20009:

L’Aquila è il simbolo di questo terremoto con l’orologio sul campanile che è stato fermo alle 3:32 del 6 aprile per diverso tempo e la casa degli studenti crollata che ha spezzato la vita di molti giovani universitari. Una tragedia che ha sconvolto l’intera Italia che si è alzata con la notizia del terremoto ma soprattutto con la conta delle vittime che saliva di ora in ora. Un evento che nessuno mai riuscirà a scordare con l’intero Abruzzo che ci ha messo diverso tempo per rialzarsi e ripartire.

L'Aquila
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/LAquila-

Terremoto L’Aquila 2009, le vittime

La scossa, i palazzi che crollano e le urla di diverse persone. Queste sono le prime immagini dei sopravvissuti. Ma il bilancio di quel terremoto parla di 309 morti oltre 1000 feriti ma soprattutto gli sfollati hanno raggiunto quota 80 mila. Vittime italiane ma anche palestinesi, greci, francesi, argentini, macedoni, cechi, argentini e peruviani. Un sisma che non ha risparmiato nessuno: giovani, anziani e adulti. Tra le tante storie anche quella di Giovanna Berardini, una donna che il giorno dopo avrebbe dovuto mettere al mondo la piccola Giorgia ma la sua casa è crollata e con lei sono deceduti il marito e l’altro figlio.

Ma ci sono state anche tante persone salvate dagli eroi della protezione civile e dei vigili del fuoco. Tra queste Marta Valente ed Eleonora Caselini che sono state estratte rispettivamente dopo 23 e 42 ore. Ma anche la signora Maria D’Antuono che all’epoca aveva 98 anni. Un salvataggio avvenuto dopo 30 ore con la donna che ha dichiarato di aver trascorso il tempo lavorando all’uncinetto.

L’Aquila oggi

Una storia che nessuno mai si scorderà. L’Aquila e l’Abruzzo messi in ginocchio il 6 aprile 2009 da un terremoto che ha fatto paura a tutta l’Italia. Oggi L’Aquila presenta ancora i segni evidenti della tragedia ma anche il coraggio di una città che vuole risorgere più forte di prima.

ultimo aggiornamento: 06-04-2019

X