Terremoto a Sumatra: quasi 100 morti, molti dispersi

Un terremoto di magnitudo 6.4. ha colpito questa mattina la costa nord di Sumatra, isola indonesiana: il bilancio è tragico.

chiudi

Caricamento Player...

Un bilancio drammatico, che conta almeno 97 persone rimaste uccise dal terremoto che ha stravolto Sumatra. Sono varie decine le persone di cui non si ha più notizia e risultano disperse. Il sisma è stato registrato di magnitudo 6.5 ed è avvenuto alle ore 6.03 locali.

Molti feriti (decine) sono in condizioni gravissime e sono stati trasportati negli ospedali di Sigli e Bireuen.

Un tragico bilancio

Il terremoto ha avuto il suo ipocentro a 8,2 km di profondità; stando a quanto riportato dall’Usgs, il servizio geologico americano, l’epicentro si è registrato a 5,8 km a nordovest di Pante Raja.

Meureudu, una piccola città nella regione dell’Aceh, a nord dell’isola di Sumatra, è stata del tutto distrutta dal forte sisma. Ci sono più di 70 edifici, tra cui abitazioni e 6 moschee, che sono state disintegrate. Le squadre di soccorritori sono all’opera per cercare di estrarre le persone dalle macerie, e si tratta di una versa corsa contro il tempo. Stando ai dati della Protezione Civile dell’isola indonesiana, gli uomini al lavoro sono circa 1.500. La metà di essi sono militari.

Al momento le strade sono impercorribili e interrotte, non c’è più elettricità. La tv locale, laddove possibile, sta documentando il lavoro dei soccorritori e mandando in onda le immagini dei crolli.

Il terremoto è stato registrato nelle prime ore del mattino, quando molte persone erano già in piedi per cominciare le preghiere diurne.

Un dramma che ritorna

La regione dell’Aceh venne già colpita in passato, precisamente il 26 dicembre del 2004, da un terremoto di altissima magnitudo, tra 9.1 e 9.3. Il sisma scatenò uno tsunami che provocò la morte di più di 200.000 persone. L’anno seguente, il 28 marzo 2005, Sumatra fu colpita di nuovo da un terremoto di magnitudo 8.7, nell’area nord-occidentale.