Terrorismo, Fatima Sergio condannata a 9 anni: è la prima foreign fighter italiana

Il collegio presieduto da Ilio Pacini Mannucci ha condannato anche il padre e il marito di Maria Giulia Sergio

chiudi

Caricamento Player...

La Corte d’Assise di Milano ha condannato a 9 anni di carcere la 29enne Maria Giulia “Fatima” Sergio, considerata la prima foreign fighter italiana. La donna si troverebbe attualmente in Siria per combattere con l’Isis. Condannati anche il padre di Fatima, Sergio Sergio (4 anni), il marito albanese, Aldo Kobuzi (10 anni), e la madre e la sorella di quest’ultimo (8 anni di reclusione per entrambe), nonché la canadese Haik Bushra, la cosiddetta “maestra indottrinatrice” (9 anni per lei). Si tratta della prima sentenza nel nostro Paese a carico di foreign fighter ancora attivi in zone di guerra.

In guerra contro i miscredenti

Maria Giulia Sergio partì alla volta della Siria nel 2014 per unirsi al Califfato. Nel corso degli anni, la 29enne originaria di Torre del Greco, ma cresciuta a Inzago nel milanese, aveva più volte incitato i parenti rimasti in Italia a seguirla in questa sua battaglia al fianco dell’Isis: “Noi qui ammazziamo i miscredenti, tagliamo le teste e conquisteremo Roma. E dico noi perché anch’io faccio parte dello Stato Islamico”. Con frasi del genere (in collegamento su Skype) Fatima era riuscita a convincere i suoi familiari, arrestati, però, nel luglio del 2015, poco prima della partenza.