Terrorismo, l’FBI lancia l’allarme: “Possibili attacchi con droni in USA”

L’allerta è alta negli Stati Uniti che sono a rischio di possibili attacchi terroristici: “Situazione relativamente facile da gestire, difficile da monitorare”.

NEW YORK – L’allarme terrorismo negli Stati Uniti è molto alto. In un’audizione della commissione per la sicurezza interna e affari governativi al Senato il direttore dell’FBI, Christopher Way, ha lanciato l’allarme: “Penso che sappiamo che le organizzazioni terroristiche sono interessate ad usare i droni. Abbiamo visto che all’estero questo accade già con frequenza crescente, e l’aspettativa è che arrivi anche qui a breve”.

Nicolas Rasmussen: “Il problema dei droni è diventato reale. Stiamo cercando di adeguare le nostre strategie”

Christopher Way specifica che “i droni sono relativamente facili da gestire e abbastanza difficili da monitorare“. Sulla stessa scia anche il direttore del National Counterterrorism Center, Nicholas Rasmussen, che ha ammesso: “Due anni fa questo non era un problema, un anno fa era un problema emergente, ora è un vero problema“. “Quindi – continua durante il Congresso – stiamo cercando velocemente di adeguare le nostre strategie“. Rasmussen ha anche precisato che “le agenzie contro il terrorismo stanno intensificando gli sforzi con gli esperti di intelligence per capire le tattiche che potrebbero veder impiegati i droni da parte degli estremisti“. L’allerta ora è davvero alta negli Stati Uniti.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 28-09-2017

Francesco Spagnolo

X