Terza dose del vaccino per Joe Biden. Il presidente americano si è sottoposto ad una nuova somministrazione.

WASHINGTON (STATI UNITI) – Terza dose del vaccino per Joe Biden. La Casa Bianca, come riportato da RaiNews24, ha annunciato che il presidente americano si è sottoposto alla nuova somministrazione nella giornata di lunedì 27 settembre 2021.

Gli Stati Uniti ormai da tempo hanno iniziato con il nuovo ciclo per aumentare la protezione delle persone con problemi di salute e per gli anziani. L’inquilino della Casa Bianca anche in questo caso ha deciso di aspettare il suo turno e in questo ultimo lunedì del mese ha ricevuto la terza dose del vaccino.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Il dibattito sulla terza dose

Il dibattito sulla terza dose è ancora aperto. Gli Stati Uniti sono i primi ad aver dato il via libera. In Europa, invece, ci si muove a ordine sparso. L’Italia ha dato il via libera per le persone immunodepresse, gli ospiti delle Rsa e over 80. Per tutti gli altri si attende il via libera dell’Ema.

L’agenzia europea del farmaco su questo tema si pronuncerà nei primi giorni di ottobre. L’ipotesi è quella di dare il via libera a tutti senza particolari distinzioni. Anche se su modalità e tempi dovranno pronunciarsi i singoli Stati.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

La situazione in Italia

La situazione in Italia, almeno al momento, è stata definitiva. Terza dose per le persone fragili, per gli over 80 e gli ospiti delle Rsa. Il Cts ha deciso di dare il via libera anche per i medici più a rischio, ma presto dovrebbe arrivare l’autorizzazione per tutti gli operatori sanitari.

Nessuna decisione per tutti gli altri cittadini. Gli esperti preferiscono aspettare l’Ema ed ulteriori approfondimenti per avere maggiori dettagli sulla protezione delle prime due dosi. Solo dopo si deciderà se e quando autorizzare la nuova somministrazione nel nostro Paese.

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 27-09-2021


Caso Morisi, Dadone: “Chi citofona a casa Salvini?”. Renzi: “Non faremo quello che la Bestia ha fatto a noi”

Olanda, Rutte finisce sotto protezione: si temono attentati contro il primo ministro