Giro d’Italia 2019, il VAR in azione ad Orbetello: Viviani declassato, vince Gaviria

La terza tappa del Giro d’Italia 2019 se l’aggiudica Elia Viviani ma alla fine a vincere è Fernando Gaviria grazie all’intervento del VAR.

ORBETELLO – La terza tappa del Giro d’Italia 2019 si assegna a tavolino. Il traguardo di Orbetello viene tagliato per primo da Elia Viviani ma un allargamento sulla sinistra troppo evidente non consente al campione italiano di portare a casa la vittoria. Il movimento non corretto ha danneggiato Moschetti e per questo la giuria ha preferito declassare il veneto con Fernando Gaviria che conquista il primo posto davanti ad Arnaud Demare e il vincitore della seconda Pascal Ackermann.

Primoz Roglic sempre in Rosa – Una terza tappa senza particolari emozioni con Hatsuyama che ha cercato di fare il colpo in una fuga solitaria che si è conclusa a 75 km dal traguardo. Pochi cambiamenti in classifica con Primoz Roglic che conserva i 19″ su Simon Yates e i 23″ su Vincenzo Nibali. La Maglia Ciclamino va sulle spalle di Fernando Gaviria, la Maglia Azzurra su quelle di Giulio Ciccone e la Maglia Bianca su Miguel Angel Lopez.

Primoz Roglic
Primoz Roglic (fonte foto comunicato stampa)

Le dichiarazioni – Fernando Gaviria elogia Elia Viviani: “Per me il vincitore è quello che chiude primo sulla strada. Elia meritava la vittoria, gli ho mandato un messaggio. Oggi è stata una frazione strana, non c’è stato il vento che ci aspettavamo“. Soddisfatto anche Roglic: “La volata non ci ha preoccupato molto. Contento per come è andata. Speriamo di rimanere in forma fino alla fine del Giro“.

Di seguito il video con gli highlights della terza tappa

Giro d’Italia 2019, 4^ tappa: Orbetello-Frascati, 235 km

La quarta tappa del Giro d’Italia 2019 prevede 235 km da Orbetello a Frascati. Una tappa molto mossa con gli ultimi chilometri che tendono a salire con picchi fino al 7%. Una tappa adattissima per Primoz Roglic che potrebbe decidere di allungare sui diretti avversari visto che questi piccoli strappi per alcuni favoriti potrebbero essere fatali.

fonte foto copertina comunicato stampa

ultimo aggiornamento: 13-05-2019

X