Elia Viviani conquista la vittoria nella terza tappa della Vuelta a España 2018. Nessun problema per Michal Kwiatkowski che conserva la maglia di leader.

ALHAURÍN DE LA TORRE (SPAGNA) – Prima vittoria italiana alla Vuelta a España 2018. Sul traguardo di Alhaurín de la Torre volata magistrale di Elia Viviani che è riuscito a superare sul traguardo il connazionale Giacomo Nizzolo e il grande favorito Peter Sagan. Quinto posto per Simone Consonni.

Viviani show – È un 2018 pazzesco per Elia Viviani che si conferma uno dei velocisti più forti al mondo. Con la vittoria in Spagna sale a 16 successi in una stagione che sembra essere quella della definitiva consacrazione per il corridore azzurro.

Elia Viviani (fonte foto comunicato stampa)

Vuelta a España 2018, la Classifica Generale

Frazione interlocutoria per quanto riguarda la Classifica Generale. Davanti a tutti resta sempre il polacco Michal Kwiatkowski che ha un vantaggio di 14″ sul vincitore della seconda tappa Alejandro Valverde e di 25″ sull’olandese Wilco Kelderman. In chiave italiana il migliore è Fabio Felline, sesto, a 30″.

Le altre classifiche: Maglia Verde (leader Classifica a Punti) Michal Kwiatkowski; Maglia a Pois (leader Gran Premio della Montagna) Luis Angel Mate Mardones; Maglia Bianca (leader Classifica Combinata) Michal Kwiatkowski.

Vuelta a España 2018, 4^ tappa: Málaga-Alfacar, 161,4 km

Alla Vuelta a España si inizia a fare sul serio sin dalla 4^ tappa. 161,4 i chilometri previsti nella frazione da Málaga ad Alfacar che può già dire chi non vincerà la corsa spagnola. Sono due le montagne da superare ma entrambe di prima categoria: l’Alto de la Cabra (15,7 km al 5,9%) e l’ascesa finale del Puerto de Alfacar (12,4 km al 5,4%). Primo vero scoglio per Michal Kwiatkowski che potrebbe perdere la Maglia Rossa.

Di seguito il video con la volata vincente di Elia Viviani

fonte foto copertina comunicato stampa

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


MotoGP, nulla di fatto a Silverstone: gara cancellata per le condizioni meteo

La Endlessgame di Pietro Moschini vince la Palermo Montercarlo ed entra in classifica per il titolo italiano.