Caso Cristiano Ronaldo, la polizia di Las Vegas chiede l’esame del DNA

Le indagini sul presunto stupro di Cristiano Ronaldo proseguono. La polizia di Las Vegas avrebbe chiesto l’esame del DNA al campione portoghese.

ROMA – La polizia di Las Vegas vuole arrivare il prima possibile alla verità sul caso di violenza sessuale che vede coinvolto Cristiano Ronaldo. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, le autorità locali avrebbero richiesto l’esame del DNA del portoghese per compararlo con le tracce rinvenute sul vestito di Kathrin Mayorga. L’indiscrezione è confermata anche dal portale TMZ. Il sito americano scrive anche che CR7 si è detto disponibile a sottoporsi al test confermando, però, la sua estraneità ai fatti.

Nessuna sorpresa per il legale del campione portoghese che in una nota fa il punto della situazione: “Il mio assistito – riporta l’ANSA – ha sempre sostenuto che quanto accaduto a Las Vegas è stato di natura consensuale. Quindi non sorprende che il DNA possa essere presente e neanche che la polizia faccia questa richiesta in quanto standard nelle loro indagini“.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo

Caso Cristiano Ronaldo, la polizia di Las Vegas indaga su altri episodi simili

La polizia di Las Vegas è al lavoro per cercare di capire se la versione raccontata da Kathrin Mayorga sia vera oppure no. Contestualmente – scrivono i media locali – gli inquirenti stanno valutando altri episodi analoghi che riguardano Cristiano Ronaldo, visto che in Nevada non esiste la prescrizione per i casi di stupro. Le indagini proseguono e nelle prossime settimane ci potrebbe essere una prima svolta.

L’esame del DNA dovrebbe confermare la presenza o no del rapporto tra CR7 e la ragazza americana. Il portoghese non ha mai smentito di aver trascorso con la statunitense ma si è sempre difeso dalle accuse di stupro parlando di rapporto consensuale. Una versione dei fatti confermata in tutti gli interrogatori. I risultati del test potrebbero accertare la presenza di materiale genetico sui vestiti di Kathrin Mayorga ma gli accertamenti dovranno proseguire per trovare altre prove certe.

ultimo aggiornamento: 11-01-2019

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X