Test missilistici della Corea del Nord nel mare del Giappone. Tokyo preoccupata: “A rischio la pace e la sicurezza della regione”.

TOKYO (GIAPPONE) – Test missilistici della Corea del Nord mare del Giappone nelle prime ore di giovedì 25 marzo. A dare la conferma dei lanci è stato il governo giapponese con una breve nota.

Un primo test simile da parte di Pyongyang da quando Joe Biden è alla Casa Bianca. Si tratta di due missili balistici a corto raggio capaci di toccare un’altitudine massima di 60 km a una gittata di circa 450 km. I proiettili, lanciati sulla costa orientale, sono caduti nel mar del Giappone.

Tokyo replica: “A rischio la pace e la sicurezza della regione”

Il lancio dei missili è stato confermato dal Comando di Stato maggiore congiunto della Corea del Sud. “Ulteriori informazioni – si legge nella nota, riportata dall’Ansasono in fase di analisi da parte delle autorità di intelligence della Corea del Sud e degli Stati Uniti. Le nostre forze armate stanno mantenendo una posizione di prontezza in uno stretto coordinamento tra Corea del Sud e Stati Uniti con monitoraggio e sicurezza intensificati“.

Duro anche il commento di Tokyo. “Si tratta di una manifesta minaccia per la pace e per la sicurezza della regione“, il commento del premier giapponese Yoshihide Suga.

Esercito
Esercito

La Cina invita al dialogo

Anche la Cina ha preso posizione su quanto successo in queste ultime ore. “Il dialogo – hanno sottolineato da Pechino – è l’unica via per arrivare ad una soluzione politica […]. Il mantenimento della pace e della stabilità nella penisola coreana è l’obiettivo di tutta l’umanità“.

Un lancio balistico effettuato per rimarcare i progressi delle sue armi e alimentando le tensioni in vista dei prossimi Giochi Olimpici. E nei prossimi giorni non si esclude un entrata in campo degli Stati Uniti per riportare la calma.


Dantedì, Roberto Benigni legge il XXV Canto del Paradiso nel Salone dei Corazzieri al Quirinale

Esami e tesi truccate, 22 persone denunciate