Tim Cup, Inter-Pordenone 5-4 dcr: decisivo il tiro dal dischetto di Yuto Nagatomo

Quanta fatica per l’Inter che negli ottavi di finale ha superato il Pordenone solamente ai calci di rigori.

MILANO – Il Pordenone va ad un passo dall’impresa. La squadra di Leonardo Colucci porta fino ai calci di rigore l’Inter ma alla fine i nerazzurri dai tiri degli undici metri riescono ad approdare ai quarti di finale dove attendono la vincitrice della sfida tra Milan e Verona.

Karamoh spreca, Magnaghi spaventa l’Inter – Parte bene l’Inter che si fa vedere subito dalle parti di Perilli con Éder con il portiere avversario che ha risposto presente. Il numero 1 del Pordenone si ripete poco dopo su Karamoh ma al 31′ San Siro trema alla bellissima conclusione di Magnaghi che impatta sul palo. Nel finale nuova occasione per i padroni di casa ancora con il talentino francese che spreca davanti alla porta.

Nella ripresa dominio Inter – Con l’ingresso di Brozovic l’Inter aumenta il pressing nella ripresa e si rende pericolosa subito con Brozovic e Gagliardini ma i due giocatori non inquadrano la porta. Il Pordenone si difende e riparte in contropiede sfiorando il vantaggio con Maza, decisiva una deviazione in angolo, e Nunzella, palla esterno sulla rete. Dopo questa doppia occasione l’Inter aumenta il forcing. Perilli si esalta su Éder e Cancelo mentre Perišic e Icardi, subentrati nella ripresa, non inquadrano la porta.

Icardi palo, si va ai rigori – Nei supplementari solo l’Inter in campo con Mauro Icardi che va ad un passo dal vantaggio al 104′ ma il suo colpo di testa termina sul palo. Perilli si esalta su Ranocchia mentre nel secondo tempo l’unica occasione da segnalare per i nerazzurri è una conclusione di Perišic che termina sull’esterno della rete. Si va così ai tiri dal rigore dove per il Pordenone è decisivo l’errore di Parodi. Nei friulani hanno sbagliato anche Misuraca e Lulli. Nei nerazzurri non segnano  Škriniar e Gagliardini mentre il rigore decisivo viene trasformato da Nagatomo.

Il tabellino del match

InterPordenone 5-4 dcr

Inter (4-2-3-1): Padelli; Nagatomo, Škriniar, Ranocchia, Dalbert (80′ Icardi); Vecíno, Gagliardini; Cancelo, Pinamonti (46′ Brozovic), Karamoh (68′ Perišic); Éder. A disp. Handanovic, Berni, Borja Valero, Santon, Emmers, Candreva, Lombardoni.  All. Spalletti

Pordenone (4-3-2-1): Perilli; Formiconi, Stefani, Bassoli, Nunzella (116′ Parodi); Misuraca, Burrai, Lulli; Berrettoni (97′ Ciurria), Maza (79′ De Agostini); Magnaghi. A disp. Zommers, Buratto, Pellegrini E., Visentin, Raffini, Martignago, Silvestro, Danza, Toffolini. All. Colucci

Arbitro: Sig. Juan Luca Sacchi di Macerata

Marcatori:
Sequenza rigori: Misuraca (P) parato – Brozovic (I) gol; Burrai (P) gol – Perišic (I) gol; Magnaghi (P) gol – Škriniar (I) parato; Lulli (P) alto – Gagliardini (I) parato; Stefani (P) gol – Icardi (I) gol; Ciurria (P) gol – Vecíno (I) gol; Parodi (P) parato – Nagatomo (I) gol.

Note: Ammoniti: Perilli (P). Angoli: 14-3 per l’Inter. Recupero: 1′ pt; 3′ st; 2′ pts; 1′ pts

ultimo aggiornamento: 13-12-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X