Tim Cup, la moviola di Juventus-Atalanta: quanti errori per Fabbri

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Serata no per Michael Fabbri di Ravenna in Juventus-Atalanta: molti errori da parte del direttore di gara che hanno condizionato un po’ la gara.

TORINO – Giornata no per Michael Fabbri in Juventus-Atalanta. Molti gli errori da parte del fischietto ravennate che sicuramente non è stato aiutato dal VAR dove c’era Paolo Valeri. Andiamo a rivivere tutti gli episodi dubbi del match e capire quale poteva essere la decisione giusta.

La moviola di Juventus-Atalanta

Non è stata sicuramente una giornata semplice per il direttore di gara Fabbri che forse è riuscito a ‘indovinare’ solamente una scelta. Il primo episodio dubbio è la brutta entrata di Chiellini su Caldara. L’arbitro ammonisce il difensore bianconero per un’entrata da arancione. Ci poteva stare anche il rosso ma il VAR non poteva intervenire perché non si trattava di un chiaro errore.

GIORGIO CHIELLINI Barcellona-Juventus
GIORGIO CHIELLINI

Lo sbaglio da parte di Valeri è arrivato poco dopo quando ha lasciato correre per un fallo di mani in area di rigore di Masiello su colpo di testa di Mandzukic. Il colpo non sembra volontario ma sicuramente ci stava il tiro dagli undici metri. Il fischietto romano doveva portare il suo collega a rivederlo dal vivo. Giusta, inoltre, l’ammonizione di Pjanic per simulazione.

Nella ripresa l’episodio dubbio arriva nel finale quando Fabbri assegna un calcio di rigore alla Juventus per una presunta trattenuta di Mancini su Matuidi. Le immagini non hanno evidenziato nessun contatto da causare la caduta. In questo caso il VAR non ha considerato grave errore perché una minima trattenuta c’è stata anche se non così da portare il centrocampista bianconero a cadere. Errore da parte del direttore di gara ma gli arbitri al video non possono intervenire per l’entità del contatto.

Juventus-Atalanta
Il presunto contatto tra Mancini e Matuidi (fonte foto https://www.facebook.com/NapoliCalcioLove/)

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 28-02-2018

Francesco Spagnolo