Titoli di stato, ecco una breve guida su questa forma di investimento emessa direttamente dallo Stato italiano

Titoli di stato

I Titoli di stato sono delle obbligazioni emesse dal Ministero dell’Economia e della Finanza. Si tratta di un titolo di debito, comunemente chiamato obbligazioni, che consentono allo stato italiano di recuperare una parte dei soldi investiti per assicurare ai cittadini servizi come la scuola, la sanità, la difesa oppure per finanziare l’amministrazione pubblica, le opere pubbliche, ecc. Un investitore acquistando uno dei titoli di stato diventa in un certo senso un finanziatore dello Stato Italiano e non solo visto che ha diritto a percepire non solo il capitale investito, ma anche ad intascare periodicamente degli interessi maturati dal prestito. Lo Stato italiano emette sul mercato una serie di titoli di stato che si differenziano per la durata del contratto e per la cedola (interesse). Ecco una catalogazione di titoli di stato: BOT, CTZ, CCT, BTP e BTPe.

Tipologie titoli di stato

  • BTP, nello specifico Buoni Ordinari del Tesoro, sono dei titoli di stato con scadenza breve tra i 3, 6 e 12 mesi che non prevedono cedole. Il rendimento del titolo si ottiene calcolando la differenza tra prezzo d’acquisto e prezzo rimborso;
  • CTZ, nello specifico Certificati del Tesoro), sono dei titoli di stato con scadenza entro 24 mesi senza alcuna cedola. Il rendimento del titolo è dato calcolando la differenza tra prezzo d’acquisto e prezzo rimborso. Rispetto ai BOT hanno una durata maggiore, ma presentano le stesse identiche caratteristiche;
  • CCT, nello specifico Certificato di Credito del Tesoro, sono dei titoli di stato dalla durata più lunga. Il termine massimo è di 7 anni e presentano un tasso variabile. A differenza dei precedenti hanno cedole il cui valore è indicizzato secondo i rendimenti dei BOT nei sei mesi precedenti oppure in base all’Euribor;
  • BTP, nello specifico Buoni Poliennali del Tesoro, titoli di Stato della durata lungo termine sino a 30 anni. Hanno un tasso fisso con rendimento periodo con cedole semestrali;
  • BTPEi, nello specifico Buoni del Tesoro Poliennali indicizzati all’inflazione Europea), titoli di stato dalla durata lungo termine sino a 30 anni con capitale e cedole rivalutate in base all’inflazione europea. I rendimenti, infatti, derivano dalla moltiplicazione del valore di coefficiente di indicizzazione in base all’eurostat che segue i prezzi dei paesi europei.

certificato_unicasim


Nascita del Bancomat e il suo sviluppo

Pignoramento presso terzi Equitalia