Tokyo 2020, presidente del Comitato Olimpico accusato di corruzione

Il presidente del Comitato Olimpico di Tokyo 2020 è stato accusato di corruzione. Lui si difende: “Non ho ricevuto nessuna notifica dagli inquirenti”.

TOKYO (GIAPPONE) – Giallo su Tsunekazu Takeda, presidente del Comitato Olimpico di Tokyo 2020. Secondo quanto riportato da Le Monde, l’uomo è stato incriminato a Parigi per corruzione nel dicembre 2018. Accuse non confermate dal diretto interessato: “Non sono state inoltrate imputazioni – riporta Sky TG24 nei miei confronti, né mi è stato imposto alcun tipo di restrizione. Non ho ricevuto nessuna notifica dal team investigativo“.

Una vicenda che potrebbe avere delle conseguenze nei prossimi mesi. Se le autorità francesi dovessero notificare questa condanna, Takeda sarebbe costretto a presentare le dimissioni a poco più di un anno dalla cerimonia di apertura.

Tokyo 2020
Il logo di Tokyo 2020 (fonte foto https://www.facebook.com/tokyo2020/)

Tokyo 2020, il presidente Takeda indagato per corruzione

Secondo quanto scoperto dalle indagini, il presidente Takeda avrebbe versato due milioni di euro in un conto corrente di Singapore intestato ad una società gestita dal figlio di Lamine Diack, ex componente del CIO ed arrestato in passato per corruzione. La vicenda sarebbe avvenuta nel 2013 quando Tokyo ha vinto la sfida contro Madrid e Istanbul per aggiudicarsi le Olimpiadi del 2020. Situazione sempre smentita dal numero uno del Comitato Olimpico nipponico. Il diretto interessato ha parlato di un pagamento avvenuto per servizi di consulenza.

Gli accertamenti conclusi nel 2016 avevano confermato questa deposizione ma negli ultimi mesi la situazione sembra essere completamente cambiata. Da Parigi confermano la condanna al presidente Takeda che fino a questo momento non ha ricevuta nessuna notifica ufficiale dagli inquirenti. Una situazione in continua evoluzione con le Olimpiadi del 2020 che potrebbero essere travolte da una bufera a poco più di un anno dall’inizio. Le indagini andranno avanti nei prossimi mesi con l’intenzione da parte delle autorità transalpine di fare definitivamente luce su questo caso di corruzione.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/tokyo2020/

ultimo aggiornamento: 11-01-2019

X