Torino, calca in piazza San Carlo: nessuna speranza per Erika

Erika Pioletti è stata travolta dalla folla mentre si trovava in piazza a Torino per assistere alla finale di Champions. Per lei non c’è più niente da fare: si aspetta il decesso.

chiudi

Caricamento Player...

“Gravissimo danno cerebrale a prognosi pessima”. Per Erika Pioletti, la 38enne travolta dalla calca di piazza San Carlo nel corso della finale di Champions League, non ci sono più speranze. La donna, ricoverata all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino dalla tragica serata del 3 giugno, ha avuto un infarto da schiacciamento: “Gli esami effettuati – si apprende da fonti sanitarie – hanno accertato un gravissimo danno cerebrale a prognosi pessima. Pertanto purtroppo ci si aspetta il decesso della paziente in un brevissimo periodo temporale, al momento non quantificabile”.

Torino, la sindaca fa visita alla donna

Erika Pioletti, originaria di Beura Cardezza, era in piazza San Carlo in compagnia del fidanzato (tifosissimo della Juventus, anche lui rimasto ferito) per assistere alla partita sul maxischermo. Una serata di svago che le è costata la vita. Il sindaco di Torino, Chiara Appendino, che in questi giorni è sempre rimasta in contatto con i famigliari di Erika, stamane si è recata nuovamente in ospedale per fare visita alla 38enne, ricoverata in gravissime condizioni. Per lei, come detto, non ci sono più speranze.