Torino, presidente di un circolo di scacchi accusato di pedofilia

L’ex presidente di un circolo di scacchi di Torino è stato condannato a due anni per pedofilia dal Tribunale di Alessandria.

TORINO – Scandalo nel mondo degli scacchi. Il Tribunale di Alessandria ha condannato a due anni di carcere con la condizionale l’ex presidente di un circolo di Torino. Secondo l’accusa l’uomo avrebbe abusato di due soci minorenni. L’uomo ha deciso di patteggiare anche se in più di un’occasione si è dichiarato innocente. Il suo incarico è stato abbandonato all’apertura del fascicolo che lo ha visto protagonista.

Tribunale
Tribunale (fonte foto https://twitter.com/marziadegiuli)

Torino, ex presidente di un circolo di scacchi condannato per pedofilia: le accuse di due fratelli

Le accuse all’ex presidente sono state mosse da due fratelli appassionati di questo sport e che con l’ex presidente facevano dei viaggi per partecipare a competizioni. Durante queste trasferte sarebbero avvenuti questi abusi tra luglio 2012 e luglio 2015 anche se uno di loro agli inquirenti ha descritto un solo episodio avvenuto nel 2014. I giudici hanno comunque ritenuto colpevole l’uomo e per questo condannato a due anni.

L’ex presidente del circolo si è sempre dichiarato innocente dicendo di non aver mai abusato dei due fratelli. Ma nonostante questa sua linea ha versato una somma a titolo riparatorio prima del patteggiamento.

Uno scandalo che coinvolge l’intero mondo degli scacchi anche se lo stesso presidente aveva deciso di fare un passo indietro subito dopo quanto successo anche per lasciare fuori l’intero circolo. La vicenda sembra ora definitivamente conclusa anche se non sono esclusi possibili ricorsi ad altri gradi di giudizio nei prossimi mesi.

Una vicenda che ha sconvolto il circolo di Torino visto che l’uomo era molto conosciuto in zona. L’indagato ha sempre smentito qualsiasi suo coinvolgimento in questa vicenda ma al momento i giudici gli hanno dato torto in una sentenza che lo vede condannato a due anni con la condizionale.

fonte foto copertina https://twitter.com/marziadegiuli

ultimo aggiornamento: 28-02-2019

X