Torino, disoccupata si dà fuoco davanti all’Inps: è grave

La donna ha utilizzato una bottiglietta di liquido infiammabile e un accendino. A soccorrerla sono stati i dipendenti della sede Inps di Torino.

chiudi

Caricamento Player...

“Sono esasperata, non ce la faccio più”. Dopo aver pronunciato queste parole, una donna di quarantasei anni si è data fuoco davanti alla sede dell’Inps di corso Giulio Cesare, a Torino, procurandosi ustioni sul 70% del corpo (su torace, gambe e braccia). Trasportata all’ospedale San Giovanni Bosco, è stata intubata per essere trasferita al centro grandi ustionati del Cto. Le sue condizioni sono gravi.

Torino, senza lavoro si dà fuoco agli sportelli dell’Inps

La 46enne (che aveva perso il lavoro a gennaio ma non era ancora riuscita a ottenere l’assegno di disoccupazione) si è data fuoco davanti ai dipendenti della sede Inps di Torino (sono stati proprio loro a soccorrerla con degli estintori) e alle altre persone che aspettavano il loro turno agli sportelli. “Si è data fuoco qui, in mezzo alle persone. Aveva il volto avvolto dalle fiamme, è stato terribile”, hanno commentato i presenti ai microfoni di Tgcom24. Per darsi fuoco la donna ha utilizzato una bottiglietta di liquido infiammabile e un accendino che aveva con sé. Come detto, le sue condizioni sono gravi: sull’accaduto sta indagando la polizia.