Tragedia in provincia di Torino, donna di ottantacinque anni uccide la figlia disabile a martellate. L’allarme lanciato dal padre della vittima.

Tragedia alle porte di Torino, dove una donna di ottantacinque anni uccide la figlia disabile a martellate. L’ottantacinquenne, che avrebbe assunto dei farmaci forse dopo aver commesso l’omicidio, è ricoverata nell’ospedale di Orbassano. L’allarme è stato lanciato dal padre della vittima.

Orbassano, Torino: donna di 85 anni uccide la figlia disabile a martellate

La tragedia si è consumata a Orbassano, a pochi chilometri da Torino. Una donna di ottantacinque anni ha ucciso la figlia disabile di 44 a martellate. L’omicidio è avvenuto nella casa di famiglia situata in via Gramsci.

L’allarme, la chiamata ai carabinieri e la corsa in ospedale

A lanciare l’allarme è stato il marito della donna e padre della vittima, un uomo di ottantasette anni. Stando alle prime ricostruzioni sembra che la donna abbia assunto dei farmaci, forse nel tentativo di togliersi la vita dopo la tragedia.

Carabinieri
fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/

Le indagini degli inquirenti e le prime ricostruzioni della tragedia che ha scosso la piccola comunità alle porte di Torino

L’ottantacinquenne è ricoverata nell’ospedale di Orbassano. L’impressione è che la donna abbia agito forse in preda a un momento di disperazione, forse per la paura di non poter garantire un futuro sicuro alla figlia, forse esausta dopo anni di fatiche. Sul caso indagano le autorità che hanno ascoltato il padre della vittima per ricostruire la situazione familiare nel tentativo di fare luce su una tragedia che ovviamente ha scosso la piccola comunità di Orbassano.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca evidenza orbassano torino

ultimo aggiornamento: 08-12-2019


Mamma e figlia uccise dal monossido, tragedia a Genova

La Prima della Scala, standing ovation per Mattarella e record di ascolti in TV