Giallo a Torino, due cadaveri ritrovati nel Po

Due corpi senza vita sono stati trovati nel Po a Torino. Indagini in corso per accertare meglio la dinamica della vicenda.

TORINO – Due cadaveri sono stati ritrovati in poche ore a Torino. Si tratta di una coppia di amici delle Bahamas che erano dispersi ormai da diversi giorni. Sulla vicenda è stata aperta un’indagine dalla Procura che ha autorizzato l’autopsia su entrambi i corpi.

Non sono presenti segni di violenza sui due cadaveri e per questo i controlli medici potrebbero dare una grossa mano agli inquirenti che preferiscono non escludere nessuna ipotesi. Secondo una prima ipotesi, i due potrebbero essere finiti in acqua nello stesso momento ma la ricostruzione della vicenda sarà più chiara nelle prossime ore dopo i risultati dei primi controlli.

Due cadaveri ritrovati a Torino: indagini in corso

Il primo allarme è scattato nel pomeriggio di ieri, martedì 4 giugno 2019, quando un passante ha dato l’allarme per la presenza di un cadavere all’altezza di Ponte Isabella. Il recupero del corpo ha permesso di avere la certezza che si trattava di uno dei due ragazzi dispersi nei giorni scorsi. Le ricerche, quindi, si sono concentrate nel Po e vicino piazza Chaves è stato rinvenuto anche il secondo cadavere.

Al momento non si conosce la dinamica della vicenda. Nessuna pista è esclusa visto che uno dei due era arrivato in Europa lo scorso mazzo con un permesso di soggiorno per motivi diplomatici. Proprio per questo motivo è ancora molto prematuro fare delle ipotesi.

Polizia italiana
Polizia italiana

Il questore di Torino: “Aspettiamo l’autopsia”

Nessuna ipotesi certa al momento, come conferma anche il questore di Torino: “Per capire la dinamica degli eventi sarà molto importante attendere l’autopsia. Se questa non dovesse chiarire i dubbi si dovranno esaminare tutti i movimenti delle ultime ore delle due vittime”.

Si trovavano – conclude – a Torino per motivi diversi. Erano amici di vecchia data e si dovevano ancora incontrare. Ma ne sapremo di più nelle prossime ore“.

ultimo aggiornamento: 05-06-2019

X