Finisce 2-2 il posticipo tra Torino e Milan: granata sul due a zero, poi la reazione del Diavolo

Torino-Milan, atto secondo – Dopo la vittoria in TIM Cup i ragazzi di Vincenzo Montella affrontano nuovamente il Torino di Sinisa Mihajlovic, stavolta nel posticipo della 20^ giornata del campionato di Serie A TIM. Il tecnico granata, vecchia conoscenza del popolo rossonero, non ha digerito l’eliminazione dalla coppa e mette tutta la sua delusione in campo motivando una squadra pronta a dare battaglia senza concedere un solo centimetro agli avversari.

Primo tempo – Pronti, partenza, via e subito il Torino sfiora goffamente il vantaggio con Obi che viene colpito da un rilancio maldestro di Paletta, il pallone colpisce la schiena del giocatore granata e rischia di sorprendere Donnarumma, autore una manciata di secondi più tardi di un’uscita a vuoto che quasi regala il pallone del vantaggio a Belotti. Al 17′ giallo nell’area di rigore granata con Bacca che prova a superare Moretti con un pallonetto, il pallone impatta forse con il braccio del difensore ma l’arbitro, vicino all’azione, lascia correre. Al 21′ bella ripartenza dei padroni di casa con Iago Falque che semina il panico nella metà campo del Milan poi scarica per Valdifiori che strozza la conclusione dal limite dell’area, sul pallone vagante si avventa il solito Belotti che da rapace e bomber di razza ci mette il piede e devìa il pallone alle spalle di Donnarumma. Il Milan prova a reagire ma al 26′ è ancora il Torino a portarsi in avanti ancora con Iago che porta il pallone in zona pericolosa, serve Obi che si presenta a tu per tu con Donnarumma, nasce una mischia selvaggia poi risolta da un colpo di tacco di Benassi. La formazione di Montella fatica a rialzarsi dopo le fatiche della gara di quattro giorni fa e apre il fianco alle ripartenze degli uomini di Mihajlovic: al 31′ Abate stende Barreca in area e regala il rigore al Toro. Si incarica della battuta Ljajic ma è bravo Donnarumma a neutralizzare e a tenere in vita i suoi. La reazione del Milan è tutta nei piedi di Suso che prima ci prova dalla distanza, poi con un bel calcio di punizione dal limite.

Secondo tempo – Nella ripresa il Torino prova a chiudere i giochi dopo appena sessanta secondi con il colpo di testa del solito incontenibile Belotti, neutralizzato da Romagnoli che pochi minuti più tardi si presenta in zona gol sugli sviluppi di un calcio di punizione con una conclusione volante da distanza ravvicinata che termina tra le braccia di Hart. Al 55′ gli sforzi del Milan trovano finalmente sbocco con Andrea Bertolacci che su assist di Bonaventura conclude due volte da distanza ravvicinata, in entrambi i casi respinge in qualche modo Hart, ma è la goal line technology a dare il suo verdetto: Torino 2 – Milan 1. Attacca a spron battuto la formazione di Montella che dopo appena quattro minuti conquista un calcio di rigore per fallo di Rossettini su Paletta. Si incarica della battuta Carlos Bacca che batte Hart e porta il risultato sul 2-2. I cinque minuti di follia granata infiammano la partita che tocca corde sconsigliate ai deboli di cuore con il Milan che continua a macinare gioco sull’onda dell’entusiasmo e i giocatori del Torino che tentano il tutto per tutto nella speranza di non dover nuovamente fare i conti con il malumore di Mihajlovic. La voglia c’è, le occasioni mancano: tra Torino e Milan finisce 2-2.

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 16-01-2017


COMUNICATO UFFICIALE AC MILAN – Luiz Adriano allo Spartak Mosca

Torino-Milan, i protagonisti a fine partita. Bertolacci: “Dispiace ma dobbiamo accontentarci di questo punto”