Torino-Inter, Spalletti: “Bene fino al gol subito”

Ecco le dichiarazioni di Luciano Spalletti nel post partita di Torino-Inter ai microfoni di Sky Sport: “Chi non vuole giocare sta fuori”

Luciano Spalletti, allenatore dell’Inter, al termine del match perso dalla sua squadra contro il Torino per 1 a 0 e valido per la ventunesima giornata della Serie A 2018/2019, ha raccontato le sue impressioni sul match dello stadio ‘Grande Torino’ ai microfoni di Sky Sport.

“Non muore nulla, nasce perché abbiamo giocato dall’inizio così. Cambiando gli esterni con le due punte perché gli esterni non li avevo a disposizione. Perisic ha fastidio, Politano abbiamo rischiato anche nei 20 minuti che ha fatto, poi c’è Keita out. Abbiamo fatto una scelta diversa, sulla fisicità e il non perdere i duelli, per creare le occasioni per le due punte. Abbiamo sbagliato due situazioni nel primo tempo per andare in vantaggio, poi quando si sono chiusi è stato più duro”.

“Ora bisogna rifare ordine sui principi della squadra, su quello che è il gioco che vogliamo andare a sviluppare in maniera più ordinata. Dopo l’1-0 i giocatori vengono portati a tenere di più la palla quando non ce n’è bisogno. Nel contrasto non riusciamo ad avere la forza che possediamo, bisogna che ognuno si attenga ai suoi compiti”

“Perisic? E’ semplice, l’ho detto ieri. I giocatori possono dire quello che vogliono, poi naturalmente sono della società, sono stipendiati, per cui bisogna che ci sia un compratore. Non puoi andar via gratis e con lo stipendio pagato. Se non vuole giocare come ha detto Marotta, è chiaro che starà fuori: non ci sono problemi. Quando uno non può dare un contributo si aiuta a stra fuori”

ultimo aggiornamento: 27-01-2019

X