Blitz della Digos a Torino, sequestrato un arsenale di un gruppo di estrema destra. Sequestrato anche un missile perfettamente funzionante.

Sequestrato un arsenale di un gruppo di estrema destra di Torino. L’operazione della Digos si è svolta nelle abitazioni di diversi uomini collegati alla destra estrema e ha portato al sequestro di un arsenale. Tra le tante armi rintracciate dalle forze dell’ordine anche un missile (disarmato) perfettamente funzionante se riarmato.

Blitz della Digos, smantellato un arsenale dell’estrema destra a Torino. Tre arrestati

L’operazione delle forze dell’ordine ha portato a tre arresti tra cui Fabio Del Bergiolo, ex ispettore delle dogane già al centro di un caso di truffa nel 2003, quando lavorava presso l’aeroporto di Malpensa.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Arsenale Torino
Fonte foto: https://twitter.com/poliziadistato

Le indagini degli investigatori e il missile aria-aria che gli estremisti avrebbero provato a vendere in occasione della guerra in Ucraina

Le indagini sono durate un anno circa e sono iniziate in seguito alle intercettazioni di un gruppo di italiani che si erano recati in Ucraina per prendere parte agli scontri. Proprio in occasione di questo conflitto Del Bergiolo avrebbe provato a vendere il missile aria-aria in questione alla cifra di 470.000 euro.

Il missile, che non è chiaro come sia entrato in possesso degli estremisti, è usato dalle forze armate del Qatar. Risulta disarmato ma perfettamente funzionante.

Le accuse ai danni delle persone arrestate

Le persone in stato di arresto, come confermato dal messaggio condiviso sui social dalla Polizia di Stato, dovranno rispondere dello’accusa di detenzione di armi da guerra e da sparo.

Di seguito il post condiviso dalla polizia su Twitter

ultimo aggiornamento: 15-07-2019


Incendio in centro Amazon, evacuati 400 dipendenti

Ischia, sequestrato il Castello Aragonese