Torino, si conlude dopo quasi un giorno il dramma dell’uomo barricatosi in casa con una pistola

Torino, finisce l’assedio dell’uomo barricatosi in casa che minacciava di sparare a sé stesso e alle altre persone.

chiudi

Caricamento Player...

TORINO – È giunto al termine dopo quasi ventidue ore l’assedio di un uomo barricatosi nella sua casa a Torino. L’individuo, armato di pistola, minacciava di sparare a sé stesso e alle altre persone a tiro. Il tutto filmato e pubblicato in diretta FacebookFerdinando U. soffre di bipolarismo e di mestiere fa il commerciante. Questa mattina gli uomini delle forze dell’ordine lo hanno convinto ad aprire la porta del proprio appartamento offrendogli un cappuccino per la colazione.

Fenomeno virale sulla rete – Durante le concitate ore del barricamento, l’uomo ha puntato il dito contro la criminalità organizzata calabrese, ma è ancora da chiarire se dietro il terribile gesto vi fossero motivi economici o psicologici. Inutile sottolineare come in pochissimo tempo i video dell’uomo abbiano fatto il giro del web raccogliendo commenti di sostegno da parte degli amici e dei familiari, ma anche inappropriato sarcasmo da parte degli sconosciuti. Non sono mancati inoltre insulti razzisti e casi di discriminazione territoriale. Fatti questi che, soprattutto di fronte alla tragedia umana, denotano un grave problema sociale presente e dilagante nel nostro paese cui non si riesce a porre un freno: il cattivo utilizzo della tecnologia, associato, purtroppo, all’ignoranza.