Il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Champions League contro il Tottenham.

Aria di vigilia per l’Inter di Luciano Spalletti, pronto ad affrontare il Tottenham nella quinta e penultima giornata della fase a gironi. In casa degli inglesi i nerazzurri potrebbero blindare la qualificazione (ecco come) festeggiando il passaggio del turno con una partita di anticipo.

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti

Tottenham-Inter, Luciano Spalletti ai microfoni di Sky

La qualificazione alla fase successiva della Champions League te la porti dietro, fa morale. È una partita che l’ambiente Inter aspetta da anni e noi siamo pronti a tutto per portare a casa il risultato passaggio del turno”.

Su Wembley –Giochiamo nel tempio del calcio ma noi veniamo da San Siro, giochiamo sempre davanti a più di sessantamila persone. La gestione delle emozioni fa capire se uno è da Inter o no. Il campo non è in condizioni perfette ma non lo è per noi come non lo è per loro”.

Sul valore del Tottenham – La squadra di Pochettino è paragonabile al Barcellona ma noi domani saremo qui in campo con la possibilità di ottenere la qualificazione”

Una prestazione da grande squadra- Domani spero di vedere una prestazione da Inter, queste partite non le decide un giocatore solo. Certo, ci sono giocatori che una giocata individuale possono metterti la partita in discesa”.

Tottenham-Inter, la conferenza stampa di Luciano Spalletti

Sul valore dell’Inter – Se riesci a qualificarti in un girone così, poi non ti è precluso niente. Sarebbe un qualificarsi con una delle più grandi squadre migliori, che ti può dare la convinzione di poter andare avanti anche negli scontri successivi”.

Sulla qualificazione – La qualificazione è tutta da guadagnare, non si ha nessun vantaggio in base ai risultati e i calciatori devono pensarla in questa maniera qui.  Avevamo detto che la quarta fascia l’avevamo pagata tutta nel sorteggio di questo girone e, per quanto mi riguarda, se c’è qualcuno dei miei calciatori che pensa che non sia fondamentale fare questo risultato domani sera si trova nel posto sbagliato”.

Le differenze rispetto alla partita d’andata – Abbiamo giocato delle partite, siamo entrati dentro questa realtà. Abbiamo affrontato due delle squadre più forti d’Europa, nella gara d’andata siamo stati in difficoltà ma abbiamo fatto delle buone cose. Quando giochi con le grandi squadre impari qualcosa”.

Covid, l’aggiornamento del Piano Vaccini

TAG:
calcio news Inter

ultimo aggiornamento: 27-11-2018


Copa Libertadores, la finale il dicembre a Madrid

Milan: Bonaventura, operazione riuscita. Ecco quando tornerà