Totti: “Da ora in poi sarò Francesco AS Roma. Voglio portare il club in alto”

L’ex capitano ha parlato alla tv ufficiale del proprio nuovo ruolo da dirigente della società giallorossa.

chiudi

Caricamento Player...

Francesco Totti rompe il silenzio e annuncia il suo ingresso nella dirigenza della Roma. Non parlava dallo scorso 28 maggio, giorno del ritiro. Oggi, ha annunciato ai microfoni della tv ufficiale del club la sua permanenza in un ruolo inedito: “Entro in punta di piedi in società, cercando di capire quale sarà il mio ruolo da dirigente. Ma sul mio biglietto da visita, come sempre, ci sarà scritto solo Francesco, AS Roma. Partiamo dalla fine della mia carriera da giocatore. Il 28 maggio è e resterà un giorno importante e storico, che mi ha colpito tanto e terrò sempre con me. Sarà difficile spiegare alla gente le sensazioni di quel giorno, è finita la mia parte da calciatore, ora inizio quella da dirigente sperando di fare quello che ho fatto in campo. Il calcio per me è tutto, trovare amici, fare gol e divertirmi, non avrei mai fatto finire quella partita e quella giornata, racchiudeva più di venticinque anni di vita e di storia con la Roma. Io ho sempre fatto sul serio, adesso sarà diverso ma avrò la stessa testa e lo stesso spirito, con la mia esperienza posso dare una grande mano“.

Totti: “Lavorerò con Monchi, Pallotta, Baldissoni e Di Francesco

L’ex capitano non nasconde la propria umiltà: “Riparto dall’inizio. Cercherò di mettermi a disposizione di tutti, dal settore giovanile al presidente, poi mi ci vorrà tempo per capire cosa fare. Il futuro lo immagino roseo, tanti calciatori ci pensano mentre giocano, io fino al 28 maggio ho pensato solo al calcio, adesso cambio pagina e cambio registro e penso a questa nuova avventura che mi entusiasma. Io lavorerò con la Roma, con Monchi, con Pallotta, con Baldissoni, con Di Francesco, conosco tutti abbastanza bene e questo mi porterà a capire le cose. Entro in punta di piedi, ma l’ambiente la città li conosco, devo solo capire cosa devo fare da grande. In questo momento voglio essere tutto e niente, essere un personaggio importante per Roma e per la Roma“. Infine, Totti ammette di essersi chiarito con Pallotta: “Abbiamo parlato di alcuni passaggi che non erano chiari per certe cose successe ani fa. Adesso ci siamo chiariti e cercheremo di portare più in alto la Roma“.