Van Aert compie un’impresa nell’undicesima tappa del Tour de France, la Sorgues-Malaucene (198,9 km). Pogacar resta maglia gialla.

Il belga Wout von Aert (Jumbo-Visma) si aggiudica l’undicesima tappa del Tour de France 2021, tagliando per primo il traguardo fissato a Malaucene “vincendo” la doppia scalata del Mont Ventoux (inedito). La prova dispensata è stata qualcosa degna di esser celebrata, in particolare nel secondo tratto sul Gigante della Provenza. Così si tramuta in mito, accanto a figure quali Eddy Mercx, Marco Pantani e Chris Froome.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Tour de France
Fonte foto: https://www.facebook.com/letour/

Completano il podio Kelly Elissonde e Bauke Mollema, che il 26enne di Herentals stacca perentoriamente sul passaggio più ostico del “Monte Calvo”. Si tratta della quarta tappa assoluta da lui conquistata nel corso della Grande Boucle, cui vanno aggiunte le affermazioni nelle classiche (Amstel Gold Race, Gand-Wevelgem, Milano-Sanremo, Strade Bianche) e nel ciclocross (tripletta iridata consecutiva dal 2016 al 2018), nonché vice-campione del mondo nel 2020 sia in linea che a crono.

Tour de France 2021: il responso dell’11esima tappa

Conserva la maglia gialla Tadej Pogacar, che vanta un vantaggio abbastanza ragguardevole (oltre 5 minuti) su Rigoberto Uran e Richard Carapaz. Non ha, però, portato a casa la pelle agevolmente. Anzi, il brio di un esaltante Jonas Vingegaard, adesso terzo in graduatoria, lo ha messo alle strette. Il nostro portacolori Marco Catteneo sale di un gradino in generale, 11° e migliore dei ciclisti italiani. Con un ritardo di 24’38” chiude Vincenzo Nibali, sempre alla ricerca della condizione ideale in ottica Tokyo, il vero obiettivo stagionale. Domani andrà in scena la 12esima tappa San Paul Chateaux-Nimes (159 km), consona ai velocisti, almeno quelli “sopravvissuti” all’inferno dei due Ventoux.

Ordine d’arrivo

1) Wout VAN AERT (JUMBO-VISMA) 5h 17′ 43″

2) Kenny ELISSONDE (TREK-SEGAFREDO) +1’14”

3) Bauke MOLLEMA (TREK-SEGAFREDO) s.t.

4) TADEJ POGACAR (UAE TEAM EMIRATES) +1’38”

5) RIGOBERTO URAN (EF EDUCATION-NIPPO) s.t.

Classifica generale

1) TADEJ POGACAR (UAE TEAM EMIRATES) 43h 44’38”

2) RIGOBERTO URAN (EF EDUCATION-NIPPO) +5’18”

3) JONAS VINGEGAARD (JUMBO-VISMA) +5’32”

4) RICHARD CARAPAZ (INEOS GRENADIERS) +5’33”

5) BEN O’CONNOR (AG2R CITROEN) +5’58”

6) WILCO KELDERMAN (BORA-HANSGROHE) +6’16”

7) ALEXEY LUTSENKO (ASTANA-PREMIER TECH) +6’30”

8) ENRIC MAS (MOVISTAR TEAM) +7’11”

9) GUILLAUME MARTIN (COFIDIS) +9’29”

10 PEIO BILBAO (BAHRAIN VICTORIOUS) +10’28”

11) MATTIA CATTANEO (DECEUNINCK-QUICK STEP) +15’35”


Giochi olimpici, Anversa 1920: il Mondo prova a lasciarsi alle spalle la Guerra

Giochi olimpici, Parigi 1924: le ultime organizzate da de Coubertin