Tour de France 2017, Aru come Nibali: La planche des belles filles si tinge d’azzurro

Fabio Aru trionfa con la maglia tricolore nella quinta tappa del Tour de France 2017. Chris Froome è la nuova maglia gialla.

chiudi

Caricamento Player...

Tre anni dopo il successo di Vincenzo Nibali, La planche des belles filles si colora ancora d’azzurro. Come il siciliano anche il capitano dell’Astana Fabio Aru ha trionfato con la maglia di campione d’Italia sulla salita del Tour de France con uno scatto in vista degli ultimi tre chilometri. Lo scatto dell’italiano ha messo in difficoltà i grandi big con Daniel Martin che è giunto al secondo posto con circa 15 secondi di ritardo mentre Chris Froome ha chiuso al terzo con 18.

Tappa caratterizzata da una fuga a 6. Froome ci prova nel finale

La tappa odierna è stata caratterizzata da una fuga a 8: Jan Bakelants, Mickaël Delage, Edvald Boasson Hagen, Philippe Gilbert, Thomas De Gendt, Thomas Voeckler, Dylan Van Baarle e Pierre-Luc Périchon. Gli attaccanti – che con il passare dei chilometri hanno perso alcuni dei componenti – hanno avuto via libera fino ai piedi dell’ultima salita quando il Team Sky ha iniziato a fare il ritmo. Lo scatto di Fabio Aru ha fatto la differenza mentre tra gli altri big l’unico a provare a reagire è stato Chris Froome: con la ruota del britannico che è stata tenuta solo da Richie Porte e Daniel Martin. Il tentativo del capitano del Team Sky è durato poco con Alberto Contador e Nairo Quintana che sono riusciti a rientrare perdendo contatto negli ultimi metri: da segnalare che il colombiano ha perso una trentina di secondi.

Chris Froome è la nuova maglia gialla

Cambia la maglia gialla con Chris Froome che la toglie dalle spalle del compagno di squadra Geraint Thomas, ora secondo a 12 secondi. 14 quelli di ritardo di Fabio Aru.

La presentazione della tappa di domani

Dopo il giorno di “riposo” odierno, i velocisti ritorneranno protagonisti domani nella sesta tappa da Vesoul a Troyes, lunga 216 chilometri. Due le insidie da superare: la Côte de Langres e La Côte de la colline Sainte-Germaine.