Nel corso della settima tappa del Tour de France 2021 è successo praticamente di tutto, con una rivoluzione impensabile alla vigilia.

Sulla carta la Vierzon-Le Creusot, settima tappa del Tour de France 2021, doveva costituire “solamente” la frazione più lunga dell’ultimo ventennio alla Grande Boucle. E invece ha sorpreso tutti quanti, offrendo emozioni a non finire. Merito soprattutto del coraggio mostrato dai corridori: la maglia gialla Mathieu Van der Poel, il rivale per eccellenza Wout Van Aert e l’intramontabile Vincenzo Nibali.

Del loro intrepido spirito ne ha risentito il favorito numero uno Pogacar, che ha perso tre minuti e mezzo dal fantastico duo di ciclocrossisti col suo team allo sbando, l’intera Ineos e soprattutto Roglic affondato a nove minuti dal vincitore, Matej Mohoric, e a oltre 7 dalla maglia gialla, pagando caramente le ferite rimediate nella caduta degli scorsi giorni. 

Tour De France: uno scossone impronosticabile

Van der Poel, Van Aert e Nibali hanno intrapreso una pazzesca fuga per il distacco ottenuto rispetto al gruppone. Ma soprattutto perché in epoca recente non era mai successo che il primo (Van der Poel) e il secondo (Van Aert) della classifica generale tentassero un attacco di simili proporzioni.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Tour de France
Fonte foto: https://www.facebook.com/letour/

Sorprendentemente, il gruppo con i principali accreditati al successo, gli sloveni Pogacar e Coric, e la corazzata Ineos hanno lasciato campo su un insidioso tracciato per i continui saliscendi, che in certi tratti assumevano i contorni di vere e proprie salite da classica belga. Partito per aggiudicarsi una tappa e rientrare a casa, Nibali si ritrova ai piedi del podio e sicuramente non tirerà i remi in barca. Si prospetta, dunque, una corsa aperta a ogni scenario, con due, imminenti, dure tappe sulle Alpi.

L’ordine d’arrivo

1) MATEJ MOHORIC (BAHRAIN VICTORIOUS) 05h 28′ 20″

2. JASPER STUYVEN (TREK SEGAFREDO) +1’20”

3.  MAGNUS CORT NIELSEN (EDUCATION FIRST) +1’40”.

4. MATHIEU VAN DER POEL (ALPECIN FENIX) s.t.

5. KASPER ASGREEN (DECEUNINCK QUICK STEP) s.t.

13. VINCENZO NIBALI (TREK SEGAFREDO) a 2’57”

La classifica generale

1. MATHIEU VAN DER POEL (ALPECIN FENIX) in 25h39’17”

2. WOUT VAN AERT (JUMBO VISMA) +30”

3. KASPER ASGREEN (DECEUNINCK QUICK STEP) +1’49”

4. MATEJ MOHORIC (BAHRAIN VICTORIOUS) +3’01”

5. TADEJ POGACAR (UAE EMIRATES) +3’43”

6. VINCENZO NIBALI (TREK SEGAFREDO) +4’12”

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


René Lacoste, il leggendario tennista e stilista tre volte vincitore del Roland Garros

Wimbledon, Day 5: fuori Fognini. Avanti Djokovic