Tragedia familiare nel Bolognese. Un uomo ha ferito la moglie e si è tolto la vita. Indagini in corso.

BOLOGNA – Tragedia familiare nel Bolognese. Un uomo ha ferito la moglie e poi si è tolto la vita. Sulla vicenda è stata aperta un’indagine per ricostruire meglio quanto successo e cercare di capire il motivo di questo gesto. Nelle prossime ore gli inquirenti ascolteranno i parenti e gli amici per avere maggiori informazioni sulla coppia.

La lite

La lite, secondo quanto riportato da La Repubblica, è scoppiata nella mattinata di martedì 6 aprile. Dalle prime informazioni, l’uomo al culmine della discussione ha ferito la moglie con un coltello davanti al figli prima di tagliarsi i polsi e la gola e lanciare il coltello dalla dalla finestra.

L’allarme è stato lanciato da alcuni operai che hanno sentito le urla e chiamato i carabinieri. La donna è stata portata in ospedale con ferite lievi. La Procura ha aperto un’indagine per ricostruire meglio quanto successo. Nelle prossime ore saranno effettuati tutti gli accertamenti del caso.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

32enne arrestato a Taranto

Un uomo di 32 anni è stato fermato a Taranto con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di una ragazza. Secondo le ultime informazioni raccolte dagli inquirenti, la donna era intenta a fare jogging quando si è sentita palpeggiare prima e poi afferrare per un braccio.

Subito dopo è iniziata la violenza sessuale. Ad aiutare la vittima è stata una coppia che è riuscita a liberare la giovane. Immediato l’arrivo della polizia che è riuscito a fermare il 32enne. Il nigeriano è stato denunciato per resistenza e minaccia in quanto ha continuato a dimenarsi all’interno dell’auto della polizia e minacciato gli stessi agenti. Una vicenda che ha ancora diversi punti da chiarire e bisognerà capire se si è trattato di un caso unico oppure se in precedenza ci sono stati altre vicende simili.


“La vittima non urla e non piange”, ex coordinatore della Croce Rossa assolto dall’accusa di violenza. La Cassazione: processo da rifare

Altri 45 giorni di carcere per Zaky