Il piccolo Alberto Francesco, il neonato abbandonato a Trapani dentro un sacchetto, cerca una famiglia amorevole che possa adottarlo.

Il suo nome è Francesco Alberto, e la sua storia ha dell’incredibile. Il piccolo è stato abbandonato dentro un sacchetto, in un campo situato a Trapani. Ma adesso la sua situazione clinica è stabile, e il piccolo Francesco è in cerca di una famiglia amorevole che possa adottarlo.

Le dimissioni dall’ospedale del piccolo Francesco Alberto potrebbero avvenire durante la settimana. Nel frattempo, la Procura di Palermo sta cercando una famiglia affidataria per il neonato abbandonato a Trapani.

Bambino neonato nascite

Il piccolo sta per terminare la sua terapia antibiotica preventiva, somministrata dalla struttura ospedaliera. Il piccolo era giunto in condizioni allarmanti in ospedale, a causa di un lieve assideramento dovuto all’esposizione al freddo subito dopo il parto.

Così, Francesco Alberto, era stato trasportato presso il reparto di Terapia intensiva di neonatologia al Sant’Antonio Abate di Trapani, dopo che le forze dell’ordine ed il personale medico sanitario del 118 lo hanno rinvenuto nella giornata del quattro ottobre. A lanciare l’allarme, due contadini che hanno notato la presenza del bimbo mentre si stavano recando nel loro appezzamento di terreno.

Una volta giunto in ospedale, i medici hanno stabilizzato il piccolo e gli hanno dato il nome del santo patrono del posto, e quello del carabiniere che lo ha soccorso per primo. Ad oggi, Francesco Alberto potrebbe uscire dall’ospedale già questa settimana. In questa situazione, la Procura dei Minori di Palermo è già all’opera per cercare una famiglia affidataria in grado di provvedere a lui.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le indagini

Sono in corso le indagini per risalire alla madre del piccolo abbandonato. Il piccolo era nato soltanto nove ore prima di essere abbandonato nei campi. Attraverso i video di sorveglianza delle telecamere poste sul luogo, gli inquirenti stanno cercando di riscostruire l’esatta dinamica degli eventi, nonché risalire all’identità della madre.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 10-10-2022


Novara, crollo del cavalcavia: un’auto inghiottita

Kevin Reid dichiarato morto: è vivo e muore nel sacco all’obitorio