Il piccolo Alessandro è arrivato al Bambino Gesù. Le condizioni del bambino sono buone e i medici hanno iniziato i controlli prima del trapianto.

ROMA – Alessandro è ritornato in Italia. Il piccolo è stato ricoverato al Bambino Gesù dove sono iniziati tutte i controlli prima del trapianto di midollo. “Il trattamento – dichiara in una nota l’ospedale riportata da Sky TG24farmacologico in corso sta contribuendo in maniera efficace al contetimento della malattia e verrà proseguito da noi fino all’avvio della procedura trapiantologica“.

Il piccolo Alessandro potrebbe ritornare in Italia

Il piccolo Alessandro Maria continua a lottare tra la vita e la morte. Il bimbo italiano – affetto dalla linfoisticistosi emafagocitica – è ancora a Londra ma a breve potrebbe essere trasferito al Bambino Gesù di Roma: “L’ospedale inglese – scrivono i genitori su Facebookci ha proposto lo spostamento nella Capitale per sottoporlo alle cure di un’equipe italiana. E così continuiamo a sperare“.

Questo trasferimento consentirebbe al piccolo di sottoporsi ad una tecnica di trapianto molto particolare e innovativa. Al Bambin Gesù anche i genitori potrebbero sottoporsi al trapianto per cercare di salvare la vita del loro figlio.

Il piccolo Alessandro lotta tra la vita e la morte, i genitori: “Donatore trovato ma la tempistica è sbagliata”

Nel loro post pubblicato su Facebook i genitori annunciano una novità: “La notizia che si fosse trovato, tramite una ricerca nel registro internazionale, un donatore altamente compatibile per nostro figlio è vera. Tuttavia, dopo l’accertamento della compatibilità, abbiamo appreso che tale donatore (non italiano) si è reso disponibile solo da metà gennaio. Le tempistiche sono incompatibili con la malattia di Alex, che come sapete richiede un trapianto il prima possibile“.

Il piccolo Alessandro continua la sua battaglia anche se ogni giorno che passa diventa sempre più difficile. Ma lui è un guerriero e farà di tutto – insieme ai suoi genitori – per vincere questo match, sicuramente il più importante della sua giovanissima vita.

Di seguito il post dei genitori del piccolo Alessandro

La notizia che si fosse trovato, tramite una ricerca nel registro internazionale, un donatore altamente compatibile con…

Pubblicato da Alessandro Maria su Domenica 25 novembre 2018

fonte foto copertina https://twitter.com/zenititaliano


Scuola, sì al Crocifisso e al presepe nelle aule: fanno parte della nostra cultura

Vicenza, donna uccisa con un colpo di pistola: fermato il marito