Cerimonia a Montecitorio per il sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, Lega Nord in piazza per manifestare

A sessant’anni dalla firma dei Trattati di Roma, sono intervenuti a Montecitorio parlamentari e deputati italiani ed europei. Polemiche sulla scelta della Lega di manifestare in piazza lasciando vuoto il proprio posto di fronte a Mattarella.

Fatti gli europei ora bisogna fare l’Europa

Il capo dello Stato Sergio Mattarella ha parlato, non senza critica, del panorama europeo: “Oggi l’Europa appare quasi ripiegata su sé stessa – riporta l’Ansa. Spesso consapevole dei passi da compiere, eppure incerta nell’intraprendere la rotta. Mi verrebbe da dire: ‘Fatti gli europei è ora necessario fare l’Europa’. Sono le persone, infatti, particolarmente i giovani, che già vivono l’Europa, ad essere la garanzia della irreversibilità della sua integrazione. Verso di essi vanno diretti l’attenzione e l’impegno dell’Unione. La spinta all’unità europea si è sempre rivelata, comunque, più forte degli arroccamenti e delle puntigliose distinzioni pro-tempore di singoli governi o di gruppi di Paesi, giocando un ruolo significativo anche nel contributo alla evoluzione delle relazioni internazionali. L’Europa non può permettersi di rinviare gli appuntamenti con la storia, quando essi si presentano, né possono prevalere separatezze e, tantomeno, amputazioni“.

Trattati di Roma

Il 25 marzo del 19857 i ministri degli esteri di cinque Paesi europei firmarono due trattati che avrebbero stabilito le fondamenta dell’Unione Europea, quello costitutivo della Comunità Economica Europea (CEE) e quello della Comunità europea dell’energia atomica (EURATOM). I Trattati di Roma, firmati da  il ministro degli Esteri Gaetano Martino e il presidente del consiglio Antonio Segni, per l’Italia, e i ministri degli esteri di Germania (rappresentata anche dal cancelliere Konrad Adenauer), Francia, Olanda, Lussemburgo e Belgio, prevedano anche l’istituzione dell’Assemblea parlamentare europea, diventata poi nel 1962 l’odierno Parlamento europeo.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre


È morto Alfredo Reichlin, partigiano e storico dirigente del PCI

Cerimonia Fosse Ardeatine, Raggi assente. Le opposizioni: “Una vergogna, mai successo prima”