F1, ancora in corso la trattativa per il rinnovo di Hamilton con la Mercedes. La tanto attesa fumata bianca ancora non è arrivata.

Non si esclude un clamoroso colpo di scena nella trattativa per il rinnovo di Lewis Hamilton con la Mercedes. E i sospetti sono alimentati, in maniera evidentemente non volontaria o maliziosa, da Toto Wolff.

Mercedes, ancora non è chiusa la trattativa per il rinnovo di Hamilton

Mettendo insieme le dichiarazioni di Wolff, sembra che in casa Mercedes non escludano la possibilità che alla fine tramonti la trattativa per il rinnovo di Lewis Hamilton. Alla fine del 2020 sembrava che l’annuncio dovesse arrivare nei primi giorni del 2021. Certo, siamo appena al 10 gennaio, ma la sensazione è che l’affare non sia ancora concluso.

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton

C’è l’ipotesi del ritiro?

Ai microfoni di Motorsport.com Toto Wolff ha fatto sapere che rispetterà ogni decisione di Hamilton. Una frase sibillina, che riapre il giallo sul rinnovo di Lewis Hamilton con la Mercedes. Ed è incredibile che il campione del mondo al momento non abbia ancora un volante per la prossima stagione.

La sensazione è che il grande problema non sia nella trattativa tra la Mercedes e il pilota. Il problema potrebbe essere rappresentato dalla volontà di Lewis Hamilton. Nel corso dell’ultimo anno il campione del mondo ha coltivato diversi interessi che lo hanno impegnato a lungo. Una lotta per i diritti sociali e civili, il suo impegno al fianco del movimento Black Lives Matter. Il tutto potrebbe aver spinto Hamilton a rivedere i suoi piani per il futuro. Per questo motivo un ritiro a sorpresa non sarebbe poi così clamoroso, almeno mettendo insieme i pezzi del mosaico.


Dakar, vittorie di Brabec e Al Rajhi nella settima tappa

Auto economiche: la classifica delle più convenienti da acquistare