Si è concluso oggi il processo della Corte di Assise di Palermo per le trattative Stato Madfia. Condannato l’ex senatore Marcello Dell’Utri.

PALERMO – Sono state rese note poco fa le decisioni della Corte di Assiste per la trattativa Stato-Mafia: condannati l’ex senatore Marcello Dell’Utri, Massimo Ciancimino, i vertici del Ros Mori, Subranni e De Donno e i boss Bagarella e Cinà. Assolto, invece, l’ex ministro democristiano Nicola Mancino.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Trattativa Stato-Mafia: condannato l’ex ministro Marcello Dell’Utri

Gli ex vertici del Ros, Mario Mori e Antonio Subranni sono stati condannati a 12 anni per minaccia a corpo politico dello Stato. Stessa pena anche per l’ex ministro Marcello Dell’Utri mentre l’ex ufficiale dei Ros, Giuseppe De Donno ha avuto 8 anni.

28 anni per il boss Leoluca Bagarella mentre sono 12 quelli da scontare dall’altro capo mafiaAntonino Cinà. Massimo Ciancimino, accusato in concorso di associazione e calunnia dell’ex capo della polizia De Gennaro ha avuto 8 anni.

Assolto, invece, l’ex ministro democristiano Nicola Mancino. “È finita – ha dichiarato immediatamente dopo la sentenza – la mia sofferenza. La decisione conferma che sono stato vittima di un teorema che doveva mortificare lo Stato e un suo uomo che tale è stato ed è tuttora“.

Il video con l’ex PM Antonio Ingroia che racconta la trattativa Stato-Mafia

https://www.youtube.com/watch?v=qMeAA9_v2CM

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Governo, primi screzi nel Centrodestra: botta e risposta tra Salvini e Berlusconi

Governo, Di Maio tende la mano a Salvini: “Con la Lega si può fare un buon lavoro”