Il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ha incontrato a Buenos Aires il commissario Ue Moscovici. L’obbiettivo del responsabile di via XX settembre è di evitare la procedura d’infrazione.

BUENOS AIRES – I maggiorenti dell’economia mondiale sono riuniti nella capitale argentina per il G20 che si apre oggi e che si concluderà domani 1 dicembre. A rappresentare l’Italia c’è il ministro dell’Economia, Giovanni Tria.

Incontro con il commissario europeo

E il responsabile di via XX settembre ha incontrato Pierre Moscovici, commissario Ue per gli Affari economici. Al termine del faccia a faccia, i giornalisti hanno chiesto a Tria se l’Italia eviterà la procedura d’infrazione per il deficit: “Sono abbastanza fiducioso, bisogna lavorarci. L’incontro con Moscovici è stato cordiale, stiamo discutendo“. Così ha risposto il ministro.

Giovanni Tria
fonte foto https://twitter.com/Adnkronos

Barra dritta e soluzione

Poi, Tria ha spiegato: “Io sto portando la linea del governo che è quella di cercare una soluzione. La commissione ha sempre avuto una posizione di apertura – certo – nessuno vuole una procedura di infrazione. Non si può chiudere così in breve tempo. Continueremo a vederci (con Moscovici, ndr) nelle prossime settimane, direi continuamente. La riunione del G20 non è comunque su questo tema“.

Possibile incontro con Juncker?

Non lo so se lo incontro, qui ci si incontra tutti, se lo incontro mi fa piacere…“. Così ha risposto Tria alla domanda circa un possibile incontro con il presidente della commissione Ue, Jean Claude Juncker, sempre a margine del G20 di Buenos Aires.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Scuola, sì al Crocifisso e al presepe nelle aule: fanno parte della nostra cultura

Reddito di cittadinanza, Poste smentisce Di Maio: non sappiamo nulla delle tessere