Trapani, condannato a 4 mesi per aver bastonato un gatto

Il giudice monocratico di Trapani ha condannato un uomo di 62 anni a 4 mesi di reclusione per aver bastonato un gatto. Si tratta della pena più alta inflitta in Italia per maltrattamento di animale.

TRAPANI – E’ costata la condanna a quattro mesi di reclusione la bastonata inflitta a un gatto. Il condannato è un 62enne, di professione operatore marittimo. A emettere la sentenza è stato il tribunale della città siciliana.

La denuncia

Il processo con l’accusa di maltrattamento di animale si è celebrato nel capoluogo occidentale dell’Isola, dopo che alcuni vicini dell’uomo hanno sporto denuncia. Il 62enne si è difeso dicendo di aver agitato e sbattuto a terra la scopa nel tentativo di allontanare il gatto. La versione dei testimoni, invece, ha riferito che l’indagato ha colpito l’animale che si era accovacciato nella cesta del bucato, rilasciando escrementi a causa della paura.

La sentenza

Rossana Cicorella, giudice monocratico di Trapani, non ha creduto alla versione difensiva dell’operatore marittimo e così gli ha comminato una pena di 4 mesi di reclusione senza attenuanti, con la sola sospensione condizionale. L’accusa, peraltro, si era limitata a chiedere una condanna a due mesi. Si tratta, in Italia, della pena più alta mai comminata per maltrattamento su animali.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 11-02-2018

Fabio Acri

X