Tributi catastali chi deve pagarli e cosa rientra in questa categoria

Tributi catastali e le loro classi di classificazione per gli immobili. Quanto si paga di tasse e come tenersi aggiornati per il 2017.

chiudi

Caricamento Player...

Tributi catastali e Urbanistica

Tali tributi catastali sono quelli che permettono di classificare un immobile nell’Istituto del Catasto in Italia.
Queste classificazioni dipendono dallo schema urbanistico nel quale trova ubicazione l’immobile, oltre che essere determinato da fattori quali le caratteristiche di costruzione e il valore medio di mercato della struttura presa in analisi e classificata.

Numero e qualità delle classi catastali

Le classi catastali sono quegli indici che rappresentano il grado di redditività di un immobile. La loro stessa esistenza rappresenta la capacità di reddito di una unità immobiliare che appartiene alle categorie dei gruppi:

  • A
  • B
  • C
  • D
  • F

A scegliere la classe catastale di un immobile è l’Agenzia del Territorio dopo che sia stata presentata la domanda di accatastamento oppure determinandola attraverso la dichiarazione di una nuova costruzione e/o relativa ad una variazione urbana.
Per ogni categoria catastale (A,B,C etc…) vi è applicazione di una specifica tariffa che viene definita sempre dall’Agenzia del Territorio correlato al luogo ove l’immobile sussiste.

Catasto e Nuove Costruzioni

Quando viene presentata domanda di accatastamento dal proprietario dell’immobile per una nuova costruzione, o altrimenti nei casi di immobili già esistenti che hanno subito una variazione e quindi necessitano di una valutazione dei dati catastali, vengono applicate diverse tariffe, consultabili sul sito dell’Agenzia del Territorio.
Sulla base dei dati che si hanno è possibile richiedere le visure catastali con tre differenti modalità:
La prima è per nominativo, nella richiesta presentata vanno inseriti i dati del soggetto, persona o impresa, intestataria dell’immobile

La seconda è per immobile, in tale circostanza la richiesta può essere avanzata inserendo i dati catastali dell’immobile

Infine il terzo metodo è quello per indirizzo, in questo caso la ricerca deve essere effettuata inserendo il comune, l’indirizzo e il numero civico relativo all’immobile oggetto di presentazione della domanda.

certificato_unicasim