Un ragazzo pakistano ha rischiato di annegare a Trieste, dopo aver subito un’aggressione. Fortunatamente, una giovane lo ha tratto in salvo.

TRIESTE – Poteva finire in tragedia il fatto di cronaca verificatosi sabato sera nel capoluogo del Friuli Venezia-Giulia, all’altezza del Molo Audace.

Pakistano aggredito da quattro adolescenti

Un ragazzo pakistano è stato fatto oggetto di una aggressione, improvvisa e ingiustificata, da parte di quattro adolescenti. Il 27enne, che si trovava in compagnia di due amici, è stato colpito alla testa con una bottiglia di vetro e poi spinto in mare. Gli adolescenti avrebbero inoltre rubato due telefoni cellulari. Anche un altro ragazzo sarebbe rimasto ferito nel corso dell’aggressione. I responsabili sono fuggiti poco prima dell’arrivo dei carabinieri.

https://www.youtube.com/watch?v=Fb-6gJyDeMU&ab_channel=MarcoGasparini

Trieste, ragazza lo salva gettandosi in mare

Fortunatamente, una giovane si è tuffata nelle acque – semigelide – traendo in salvo il ragazzo aggredito. Il quale è stato portato all’ospedale di Cattinara: le sue condizioni non sono gravi.

Il capitano della squadra di cricket

In seguito, si è appreso che la vittima è il capitano della squadra di cricket della Trieste United. Il club alabardato ha espresso sulla pagina facebook: “Solidarietà a Khan per la vile aggressione subita ieri sera mentre si trovava sulle Rive. A lui va tutta la nostra vicinanza e sostegno. La ricostruzione dei fatti è ancora al vaglio degli inquirenti ma ci sono pochi dubbi che il pestaggio al povero Ammad Alam Khan, avvenuto ieri sera sul Molo Audace, sia il gesto sconsiderato di un gruppetto di balordi, probabilmente giovanissimi, forse ubriachi, che se la sono presa con il giovane pachistano che stava ascoltando musica in riva al mare.“.


Harry e Meghan non sono più ‘royal senior’

Dramma a Firenze, ragazzo precipita dal 4 piano e muore