Triplice omicidio in Austria, sterminata famiglia di nobili. Arrestato Anton Von Goess, ritenuto responsabile dell’uccisione del padre, della matrigna e del fratellastro.

Tragedia in Austria dove, con un triplice omicidio, è stata eliminata un’intera famiglia di nobili. Arrestato Anton von Goess, accusato dell’omicidio di Ulrich von Goess (92 anni), Margherita Cassis Faraone, matrigna di Anton, ed Ernst, fratellastro del presunto assassino.

Triplice omicidio in Austria, sterminata la famiglia dei Von Goess

Il triplice omicidio si è consumato nel castello di Bockfliess. Dopo le prime indagini, le autorità hanno fermato Anton von Goess, figlio di Ulrich. L’arma del delitto potrebbe essere un fucile da caccia ritrovato dagli inquirenti sulla scena del crimine.

Polizia Germania
Fonte foto: https://www.facebook.com

Si pensa al movente economico

Per quanto riguarda il movente, gli investigatori starebbero battendo al momento la pista del delitto economico, con Anton Von Goess che avrebbe eliminato il padre, la nuova compagna di lui e il fratellastro per avere accesso alla ricca eredità di famiglia senza dover dividere il lascito. Ma non è da escludere che il gesto possa essere stato compiuto in un momento d’ira legato magari proprio alla notizia della spartizione dell’eredità dell’anziano padre.

Le indagini degli inquirenti

Stando a quanto riferito dai media austriaci, nella famiglia le liti erano sempre più frequenti negli ultimi mesi. Arrestato dalle autorità, Anton Von Goess sarebbe stato imprigionato e interrogato dagli investigatori. Dal magistrato che segue il caso sarebbe stata avanzata la richiesta di procedere con gli esami clinici per fare il punto sul quadro psichiatrico del sospettato e capire se possa avere assunto farmaci o droghe prima di mettere in atto il triplice omicidio.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Austria esteri evidenza Von Goess

ultimo aggiornamento: 15-12-2018


Tragedia Strasburgo, sale a cinque il bilancio delle vittime

Non bastano le promesse di Macron, Gilet gialli di nuovo in piazza